Sette acquisti e sei cessioni per il Pescara nell'ultimo giorno di mercato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1667



PESCARA. Acquisti e cessioni importanti e per alcuni versi inaspettate in casa Pescara nell'ultimo giorno del calciomercato invernale, che proprio ieri alle 19.00 ha chiuso i battenti.
Malgrado siano stati ingaggiati diversi elementi di valore, sono sfumati proprio sul fotofinish gli obiettivi più importanti che il DS Gentile seguiva da diversi giorni.
Non sono arrivati, infatti, il tanto corteggiato Temellin ed il bomber ex Pro Vasto Morante, che in extremis il Verona ha deciso di non liberare a causa del mancato ingaggio da parte del sodalizio scaligero di un'alternativa affidabile per il reparto offensivo.
Tramontata anche la pista che portava al perugino Mazzeo, che rimarrà fino a giugno con la casacca del grifone.
È rimasto alla Salernitana anche Ferraro.
Per quanto riguarda la difesa, sono stati raggiunti tutti gli obiettivi che la società adriatica si era prefissata. Il centrocampo, a parte qualche operazione di contorno, era stato completato già nei giorni e nelle settimane scorse con gli arrivi di Dettori e Cardinale.

CHI È ARRIVATO...

Sono stati ben sette i giocatori che dal primo febbraio vestiranno la maglia biancazzurra.
Per la difesa il Pescara ha rilevato in comproprietà dal Genoa il centrale Martino Borghese, otto presenze da settembre 2007 con la Viterbese in C2.
Per quanto riguarda il reparto mediano del campo arriva a titolo definitivo dal Padova Manuel Turchi, classe 1981, quest'anno sette gettoni di presenza senza reti con i biancorossi. Nella sua discreta esperienza nei campi di serie C, Turchi ha tra l'altro ha difeso per tre stagioni i colori del Lanciano, dal 2000 al 2003.
Nell'ambito dell'affare Di Matteo, dal Palermo arriva in prestito il centrocampista neanche ventenne Francesco Velardi. Ingaggiato anche Irineu De Souza Victor, che approda a Pescara dal Monza in prestito con diritto di riscatto dell'intero cartellino.
Il reparto che ha subito maggiori ritocchi, come prevedibile, è stato quello offensivo. Come punta centrale classica arriva dall'Arezzo Nicola Falomi, ventitré anni da compiere ad agosto, quattordici presenze e due gol in questo torneo. Acquistato invece in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino dalla Sambenedettese il promettente Nikola Olivieri, attaccante rapido inseguito anche dal Palermo.
Inizia una nuova avventura in riva all'Adriatico anche il nigeriano Ebagua Osariemen, proveniente dal Novara.

...E CHI LASCIA PESCARA

Salutano il delfino diversi giocatori. Su tutti i tre promettenti Zappacosta, L. Di Matteo e Cani, giovani prodotti del florido vivaio biancazzurro che raggiungono la serie A. Il primo approda alla Fiorentina in comproprietà, mentre per Cani e Di Matteo si sono spalancate le porte della massima serie con il Palermo.
Rescinde il contratto che lo legava ai colori biancazzurri Nico De Lucia, che a giorni approderà in un nuovo club. Il Martina è il favorito numero uno. Al club pugliese, inoltre, arriva il pescarese Luca Leone, utilizzato in questa seconda parte di stagione con il contagocce dal tecnico Lerda.
Ha fatto le valigie, ed era inevitabile dopo quanto accaduto a San Benedetto, il difensore Christian Conti che approda via Bari in prestito al Perugia.
È rimasto a Pescara Nicola Diliso. Molto ha influito la volontà del giocatore di rimanere in riva all'Adriatico almeno fino a giugno e la mancanza di alternative di livello a Giuliano e Vitale sugli esterni di difesa.

IERI IMPORTANTE INCONTRO AL COMUNE

Si è svolto ieri al Comune di Pescara l'incontro atteso tra i dirigenti del Pescara ed una rappresentanza del comune di Pescara. Tema del giorno la questione della ristrutturazione dello stadio Adriatico per gli imminenti giochi del Mediterraneo del 2009.
All'uscita da Palazzo Città, queste sono state le parole del DG Martino Ferrari, visibilmente soddisfatto dell'incontro, rilasciate al sito ufficiale del club: «la società si mette a completa disposizione sia dell'amministrazione comunale, sia dell'azienda appaltatrice dei lavori – ha dichiarato il direttore generale Ferrari – per la migliore riuscita dello svolgimento e della realizzazione di questa importante opera che darà lustro, oltre che alla città, anche alla Pescara Calcio. Ringrazio ovviamente il sindaco, l'architetto Vespasiano e la ditta appaltatrice dei lavori».

NOTIZIARIO

Partitella in famiglia per gli uomini di Lerda che preparano la gara interna di domenica all'Adriatico contro lo Juve Stabia. Ha lavorato a parte il solo Fortunato, afflitto dal problema allo zigomo rimediato in uno scontro di gioco due settimane fa a San Benedetto. Oggi in mattinata verranno presentati i nuovi acquisti, mentre al pomeriggio è prevista una singola seduta di allenamento.

Andrea Sacchini 01/02/2008