Pescara calcio. Per il mercato da risolvere le "spine" Conti e Di Matteo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2392


PESCARA. Franco Lerda ha concesso ieri ai giocatori una giornata di riposo in previsione di due settimane di intenso lavoro fisico e tattico, data la sosta del campionato di C il 27 gennaio.
Questo pomeriggio il Pescara tornerà ad allenarsi con l'obiettivo primario di dimenticare il più in fretta possibile San Benedetto, ultima di tre sconfitte nelle ultime quattro gare lontano dall'Adriatico.
Un ruolino di marcia tutt'altro che esaltante, che da alito a dubbi riguardo i limiti di questa squadra fuori le mura amiche. Poca personalità e reazione piuttosto sterile a seguito della rete del vantaggio marchigiano.
Le stesse pecche messe in mostra a Sorrento ed in misura minore a Lanciano e Lucca.
Un Pescara dai due volti. Cinico, bello e spietato in casa (chiedere a Salernitana, Gallipoli e Sangiovannese, ndr), fragile ed inconcludente in trasferta, con una media punti da medio-bassa classifica.
La sosta di un turno, dunque, cade a pennello e sarà utile in primis a Lerda per capire cosa non ha funzionato in terra marchigiana e a chiarire, in un secondo momento, alcune posizioni all'interno dello spogliatoio.

CALCIOMERCATO BIANCAZZURRO

Alla ripresa degli allenamenti verrà valutata invece l'entità dell'infortunio rimediato da Pomante nel corso del match con la Samb.
Il tecnico si augura che non sia nulla di grave, considerata la mancanza di un centrale di ruolo con l'indisponibilità di Conti per motivi disciplinari. Il difensore classe 1987, dopo il suo rifiuto di presenziare alla consueta riunione tecnica pre-gara, nei prossimi giorni dovrebbe far ritorno al Bari per poi essere girato, probabilmente, in qualche altro sodalizio di serie C.
Non è da escludere, dietro le “bizze” del calciatore, l'interessamento di qualche club cadetto.
È certo comunque che l'avventura di Christian Conti al Pescara sia conclusa.
Scontato a questo punto un ritorno sul mercato, al fine di assicurare al tecnico Lerda un difensore che possa, all'occorrenza, rimpiazzare uno tra Romito e Pomante. Fortunato infatti, che ha giocato in coppia con Romito a San Benedetto gran parte del match, non riscuote particolari consensi all'ex tecnico del Casale, che vede il giocatore più come un mediano incontrista.
Il candidato numero uno per il dopo Conti, al momento, è il centrale del Chievo Rickler. Il giocatore, appena ventenne, è poco utilizzato dal tecnico dei veronesi Iachini e potrebbe passare in biancazzurro a breve, considerati anche i buoni rapporti che intercorrono tra il club abruzzese e quello clivense.
Diverse sono comunque le alternative sul taccuino del DS Gentile, che nelle ultime ore ha intensificato i contatti con diverse società.
Nel frattempo una voce scuote l'ambiente biancazzurro.
Secondo Silvio Pagliari, sul talento Luca Di Matteo tra l'altro suo assistito, sarebbero piombate con forza Palermo e Fiorentina.
La cifra dell'affare, che secondo lo stesso Pagliari potrebbe andare in porto addirittura questo gennaio, si aggirerebbe sul milione e mezzo di euro. Pur se non utilizzato frequentemente da Lerda, però, il sodalizio di via Mazzarino difficilmente si priverà di Di Matteo prima della conclusione di questo campionato. Il new deal di Soglia, inoltre, punta molto sulla valorizzazione dei giovani, vedi rinnovo del contratto fino al 2012 di Cani.
Diversa è la situazione di Caracciolo.
Il centrocampista, in tribuna a San Benedetto, ha espresso a chiare lettere il desiderio di restare ma, secondo i ben informati, il suo rapporto con il tecnico non sarebbe più idilliaco come nel periodo pre-natalizio. Appare però improbabile che il Pescara si privi di uno dei migliori elementi di questa prima metà di campionato, nonché colonna del centrocampo.
Difficile anche la partenza di Leone, che vorrebbe chiudere la carriera con la maglia della propria città. La tentazione di emigrare alla ricerca di un posto da titolare, però, è forte.
Sempre per quanto riguarda il mercato in uscita, restano ancora da piazzare alcuni elementi della primavera che non riescono a trovare sufficiente spazio in prima squadra. Il difensore Fruci ed il centrocampista Paolucci su tutti.

SQUALIFICHE ED INFORTUNI

Oggi, in occasione della ripresa degli allenamenti della prima squadra, verrà valutato attentamente l'infortunio alla caviglia del difensore Pomante. Lo staff medico si augura che non sia nulla di grave.
Ieri nel frattempo il giudice sportivo ha squalificato per un turno i pescaresi Micco e Sansovini, che non saranno dunque a disposizione per la prossima partita prevista il 3 febbraio all'Adriatico contro lo Juve Stabia.
Per la sostituzione dell'attaccante è prontissimo all'esordio dal primo minuto il neo acquisto Virdis, subentrato a partita in corso con la Sangiovannese e la Sambenedettese.
In luogo di Micco, invece, il ballottaggio sarà tra Di Matteo e Ferraresi con Fortunato terzo incomodo.

Andrea Sacchini 23/01/2008