Juniores. Salto triplo da record, Daniele Greco salta 15,69 metri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1364

ANCONA. Il periodo delle gare indoor di atletica leggera è iniziato con una grande prestazione tecnica di Daniele Greco, giovane salentino da poco tesserato con la Bruni Pubblicità Vomano.
In occasione del meeting nazionale di Ancona, svoltosi sabato scorso, ha raggiunto la misura di 15,69 metri nel salto triplo, risultato che lo colloca in terza posizione nella graduatoria italiana Juniores di tutti i tempi, che vede al primo posto Andrew Howe con 16,06.
Nella stessa gara, si segnala anche il buon 13,16 dell'appena sedicenne Giorgio Brunozzi (Atletica Gran Sasso Teramo), classificatosi sesto.
Il risultato di Greco, atleta classe 1989 già inserito nel Progetto Talento (i migliori 50 atleti under 20 su cui investe la federazione di atletica), sarebbe anche nuovo record abruzzese di categoria, ma non può essere omologato tale in quanto ottenuto al chiuso.
A questo punto, si tratta solo di attendere la stagione all'aperto per battere l'annoso 15,49 del teatino Ruggero Consorte, che risale al 1973. Il record assoluto appartiene invece al sulmonese Massimo Ranalli, con 15,78, stabilito nel 1995.
Greco, che è allenato da Raimondo Orsini, ex azzurro giovanile negli anni '70 sui 400 ostacoli, ha un primato personale all'aperto di 15,72 metri, conseguito nel 2007.
Nelle due giornate di gare, ad Ancona, erano presenti altri atleti di interesse abruzzese.
Sulla distanza dei 60 metri indoor, esordio assoluto in carriera per il promettente Francesco Garzia (U.S. Aterno Pescara), piazzatosi secondo con il tempo di 7”00, alle spalle di Roberto Donati (GS Valsugana Trentino) 6”83.
Nella stessa gara di finale, quarto Daniel Panza (Bruni Pubblicità Vomano) 7”22, settimo Alex Panza (Bruni Pubblicità Vomano) 7”33 (in batteria 7”30).
Quest'ultimo si è ben comportato anche sui 400, dove è arrivato terzo in 51”38 nella gara vinta dall'Allievo classe ‘91 Eusebio Haliti (Scotellaro Matera), che ha corso in un clamoroso 48”86 (nuovo record italiano indoor under 18, però non omologabile in quanto Haliti è di nazionalità albanese, seppur in attesa della cittadinanza italiana).
15/01/2008 15.55