Lanciano: il momento esaltante della squadra e le difficili questioni societarie

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1788


LANCIANO. Continuano a tenere banco in casa frentana le note vicende societarie. Prosegue senza soluzione di continuità infatti il contenzioso economico fra l'attuale patron del club Paolo Di Stanislao e Riccardo Angelucci. Il primo ha tempo, da ora, circa una cinquantina di giorni per saldare la pendenza di circa 700mila euro alla famiglia Angelucci. In caso contrario, quest'ultima potrebbe tornare ad essere a tutti gli effetti la nuova proprietà del Lanciano calcio.
Si affievoliscono, inoltre, le voci che indicavano l'ex presidente della Pescara calcio Angelo Renzetti interessato a rilevare l'intero pacchetto azionario del club rossonero. Al momento, a meno di sorprese, sono solo due le possibili strade future del Lanciano. O Di Stanislao resta in sella, o Riccardo Angelucci, da solo o accompagnato da altri imprenditori, sarà il nuovo patron. La prima eventualità, al momento, è francamente la meno praticabile, dato anche il continuo ostracismo di tutto l'ambiente lancianese verso l'imprenditore da due anni al vertice del sodalizio abruzzese. Anche Di Stanislao, stando alle ultime indiscrezioni, si starebbe convincendo di gettare definitivamente la spugna. Le prossime settimane, ad ogni modo, chiariranno il tutto e definiranno il quadro futuro con maggiore chiarezza.
Le delicate vicende societarie però, almeno fino ad ora, non hanno minimamente influito sui risultati sportivi della squadra, magistralmente guidata da Francesco Moriero. I rossoneri nell'ultimo turno di campionato prima della sosta natalizia hanno rifilato un sonoro 3-0 al Perugia in trasferta. Passata la metà del torneo, risulta vincente la filosofia del tecnico lancianese, che in ogni partita mira al risultato prediligendo in primis il bel gioco ed il calcio spettacolo. Tradotto in soldoni, Moriero appartiene a quella categoria di allenatori che pensano “prima a darle e poi a ricevere...”
Un modello fin qui vincente che sta portando il Lanciano a volare alto fino a sfiorare la zona play-off, distante pochi punti.
Ma dove vuole arrivare questo Lanciano? La vittoria al Curi contro il quotato Perugia, malgrado abbia confermato le grandi doti tecniche e mentali di diversi elementi in rosa, non deve però far dimenticare l'obiettivo primario ed iniziale, ossia la salvezza. È chiaro naturalmente che, se le prestazioni e soprattutto i risultati resteranno in linea con quelli ottenuti nell'ultimo periodo, gli obiettivi stagionali potrebbero anche variare.
Nel corso del campionato il Lanciano si è scoperto grande con le grandi ed è uscito più volte imbattuto da campi terribili quali Salerno, prima della classe, e Crotone, schiacciasassi in casa.
Le qualità per ben figurare in questo raggruppamento, piuttosto mediocre per valori tecnici, ci sono tutte.
Di pari passo ci sono le premesse di un positivo anno 2008, sempre vicende societarie permettendo...

a.s. 27/12/2007