Serie C: le difficoltà di Lanciano e Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1181

LANCIANO. Nessuna novità per quanto riguarda le note vicende societarie del Lanciano.
La diatriba tra l'attuale patron Di Stanislao e l'ex proprietà del club rossonero prosegue. Il giudice monocratico ha posto sotto sequestro il pacchetto azionario del gruppo facente capo all'attuale presidente, che ha tempo sessanta giorni per azzerare il debito di circa 700mila euro con la famiglia Angelucci.
Allo scadere dei termini previsti dalla legge, qualora la pendenza non venisse saldata, Riccardo Angelucci ha nelle proprie facoltà la possibilità di rilevare le quote azionarie del club. Le stesse, in un secondo momento, potrebbero essere messe all'asta.
Per quanto riguarda la squadra, proseguono gli allenamenti agli ordini del tecnico Francesco Moriero. La gara non disputata con la Pistoiese causa la neve del Biondi, dovrebbe essere recuperata a fine gennaio. Il rinvio, tra le tante cose, mantiene invariate le squalifiche per un turno a Del Prete e per due giornate a Silvestri. Entrambi dunque non prenderanno parte alla trasferta sull'ostico terreno del Perugia. La gara del Curi tra l'altro, domenica 23 con inizio fissato alle ore 14.30, verrà trasmessa in diretta su Rai Sport Satellite.

TERAMO. Vanno avanti gli allenamenti del Teramo in vista della prossima gara in casa contro il Poggibonsi. Il tecnico Rossi, purtroppo, deve fare la lunga conta degli indisponibili. Non sono recuperabili per infortunio Gardella e Margarita ed è certo anche il forfait del centrocampista Capodaglio. Reparto nevralgico del campo per domenica dunque tutto da inventare per il tecnico biancorosso, che di conseguenza dovrà fare di necessità virtù.
Agli indisponibili va aggiunto anche il nome di Borgogni, squalificato dal giudice sportivo dopo il rosso rimediato a Ferrara. Voria inoltre è in odore di sanzioni dopo il movimentato post match con la Spal, ma non è tutto.
Piove sul bagnato in casa Teramo. Oltre alle cattive notizie riguardanti il lungo bollettino degli infortunati, si attendono novità anche sulla questione penalizzazione. I diavoli rischiano la decurtazione di due o tre punti da scontare nel campionato in corso per il tardivo pagamento di alcuni contributi previdenziali.
Il Poggibonsi, infine, dovrà rinunciare per la trasferta in terra abruzzese a Di Chiara, appiedato ieri per un turno dal giudice sportivo.

Andrea Sacchini 19/12/2007