Marco Sansovini: «la violenza è sempre sbagliata, da qualsiasi parte arrivi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1702

PESCARA. È il capocannoniere di queste prime tredici giornate di campionato del Pescara con cinque reti. Dopo un inizio di torneo straripante Marco Sansovini, a partire dall'errore dal dischetto all'ultimo minuto contro il Perugia, non sta attraversando un momento positivo almeno a livello di marcature. Cinque realizzazioni nelle prime cinque gare, zero reti all'attivo nelle successive cinque. Il suo apporto però ai compagni di squadra è stato però sempre importante e Sansovini, per quanto fatto vedere fino ad ora, è una delle sorprese più liete giunte dal calciomercato estivo. Su di lui c'erano diverse formazioni di livello, ma l'ex attaccante di Grosseto e Manfredonia non ha avuto dubbi nello scegliere Pescara: «è una piazza importante dalla grande tradizione. Non ci ho pensato su due volte prima di accettare con entusiasmo questa entusiasmante avventura. Il gruppo è compatto e tutti vogliamo far bene per il Pescara».
Sansovini si sofferma sul momento del Pescara: «abbiamo riportato un punto da Pistoia, bene così ma ora dobbiamo cercare di vincere nelle prossime gare. Sono contento dell'imbattibilità in trasferta. Ad esempio pareggiare a Crotone la settimana scorsa è stato importante. È un campo terribile ed il Crotone è una squadra sicuramente attrezzata al salto di categoria. Penso che in pochi riusciranno ad uscire senza sconfitta dallo Scida».
Per il futuro, l'attaccante biancazzurro è cauto: «veniamo da buone prestazioni in trasferta ma il campionato è lungo. Dobbiamo continuare a lavorare con serietà come abbiam sempre fatto fin oad ora senza guardare la classifica. I conti si faranno alla fine».
Qualche parola riguardo gli avvenimenti di stretta attualità, segnatamente al momento difficile che il calcio sta attraversando: «quello che è successo domenica a mio avviso è una sconfitta del calcio e del sociale. Spero vivamente che si possa trovare al più presto un rimedio. Sotto questo punto di vista ritengo fondamentale l'intervento delle istituzioni».

La chiusura Sansovini la dedica alla parte genuina del calcio: «non so se sia giusto o meno rinviare di una giornata il campionato. È da vedere anche a cosa questo stop può portare. Da un lato è giusto affinché tutte le componenti possano riflettersi, dall'altro lato non è giusto in quanto allo stadio va tantissima gente per bene. Il discorso è lungo e complicato ma, ripeto, soprattutto le istituzioni devono intervenire. Naturalmente, la violenza è tutta sbagliata, da qualsiasi parte arriva».

NOTIZIARIO


Il Pescara si è allenato ieri pomeriggio malgrado lo stop dei campionati di serie C per una domenica. Prima parte della seduta trascorsa sul campetto della antistante la Curva Sud dell'Adriatico, seconda parte effettuata all'Antistadio Flacco. Tutti i giocatori erano a disposizione del tecnico Franco Lerda. Il difensore Nicola Diliso è in continuo miglioramento ed aumentano le chance di vederlo disponibile per il prossimo impegno di campionato. Pienamente ristabilito anche Romito. Presente anche Micco che ha smaltito l'influenza dei giorni passati. Si sono allenati a parte Conti e Zappacosta, reduci dall'impegno con la nazionale under 20 di serie C. Il Pescara tornerà ad allenarsi questo pomeriggio.


Andrea Sacchini 16/11/2007 9.22