Domani Pistoiese-Pescara. Tommaso Romito: «la nostra forza è il gruppo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1093




PESCARA. Il Pescara, dopo aver sostenuto l'ultimo allenamento in città, è partito ieri alla volta di Pistoia.
Il tecnico Franco Lerda ha convocato ventuno giocatori, Romito compreso che dovrebbe ritrovare il posto come centrale di difesa dal primo minuto. Accanto a lui fiducia confermata a Pomante, data l'assenza per squalifica di Conti.
Al posto di Diliso, che non ha ancora smaltito l'infortunio muscolare rimediato due settimane fa a Martina, Mottola fornisce sufficienti garanzie.
Il pacchetto difensivo è completato da Vitale sull'out di sinistra.
A centrocampo accanto al capitano Caracciolo sono in ballottaggio per una maglia da titolare Ferraresi e Fortunato, con il primo leggermente favorito.
Sugli esterni scontata la presenza di Micco a sinistra e Felci a destra. In avanti largo al collaudato tandem Alfageme-Sansovini. La Pistoiese, dal canto suo, deve ovviare alla pesante assenza di Motta, ex punta di Teramo e Bari dal discreto passato anche in serie B.
Arbitro dell'incontro, ore 14.30 allo stadio Melani di Pistoia, è Alessandro Pizzi della sezione di Saronno.

TOMMASO ROMITO: «LA FORZA DEL PESCARA E' LA COESIONE DEL GRUPPO»

L'ex difensore di Chieti e Napoli dopo le ultime gare saltate per infortunio, è pronto a ritornare in campo: «nel mio periodo di assenza sono stato sostituito da Pomante che ha fatto bene. In questo gruppo tutti remiamo dalla stessa parte e lavoriamo per raggiungere comuni obiettivi. Nessuno è indispensabile alla squadra, tutti siamo utili».
Nonostante la sua assenza sia stata pesante, i compagni di reparto si sono ben comportati soprattutto a Crotone: «quello di Crotone è un campo difficilissimo in questa categoria. I miei compagni hanno fatto molto bene e me lo aspettavo da parte loro. Sono contento anche per loro in quanto molti di noi sono giovani e questo li aiuterà sicuramente a maturare per il futuro, acquisendo sempre più esperienza».
Il punto conquistato a Crotone è stato molto utile soprattutto per il morale, ad ammetterlo è lo stesso centrale biancazzurro.
«Il pareggio di Crotone equivale ad una vittoria. Non fare risultato in Calabria avrebbe significato un inizio di settimana molto negativo. Grazie alla bella prestazione ed al punto riportato a casa il nostro morale è buono, non sarà facile per nessuno riportare punti a casa. Abbiamo lottato, è stato un pareggio voluto preso con gli artigli. E' stata una grande soddisfazione per tutti».
Dopo Crotone, però, i tifosi si aspettano un successo dalla gara di domenica contro la Pistoiese.
«Ogni partita noi cerchiamo di far bene, di far sempre di più. Ci faremo rispettare come abbiamo sempre fatto, abbiamo le potenzialità per far bene ed il nostro impegno non verrà mai meno. D'altronde siamo imbattuti in trasferta dall'esordio di Potenza».
Cosa bisognerà fare per vincere a Pistoia?
«Grazie alla forza e alla coesione del gruppo abbiamo conquistato punti importanti e pesanti ai fini della classifica. Dobbiamo cercare di vincere in casa e continuare nel buon lavoro in trasferta. La Pistoiese è un'altra squadra che punta a salvarsi e sicuramente sarà difficile fare risultato. E' una squadra che si chiude molto bene e riparte con velocità. Possiedono anche diverse individualità tecniche di rilievo per questa categoria. Davanti al proprio pubblico nessuno vuol fare brutta figura e la Pistoiese ha bisogno di punti per uscire dalla zona calda della classifica».
Sono trascorse diverse partite dall'inizio del campionato, ma per Romito non è ancora arrivato il momento di stilare obiettivi precisi.
«Adesso l'obiettivo è quello di far bene il più possibile. Dobbiamo arrivare al meglio a Gennaio, perché secondo me da gennaio sarà un altro campionato per tutte le squadre».

Andrea Sacchini 10/11/2007