Lerda: «il punto di Crotone è frutto del carattere dei ragazzi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1220


PESCARA. Ieri il Pescara è tornato ad allenarsi in vista di Pistoia, terza trasferta nelle ultime quattro partite. La squadra è reduce dal punto d'oro ottenuto sul difficile campo del Crotone, sicuramente una delle compagini più attrezzate per il salto di categoria.
Da diverso tempo il Pescara non brilla per gioco ed occasioni da gol create, ma la squadra ha dimostrato in più di un frangente di avere carattere da vendere. L'uno a uno conquistato in terra calabrese è stata l'ennesima dimostrazione, considerando anche il fatto che allo Scida in pochi faranno risultato. L'undici di Lerda, dato ancora più rilevante, è imbattuto fuori casa da quando il tecnico piemontese ha potuto disporre degli acquisti estivi. Contro la Pistoiese i tifosi chiedono però la vittoria, ampiamente alla portata considerati i valori tecnici degli avversari ma soprattutto del Pescara.
Per quanto riguarda l'infermeria, migliorano a vista d'occhio le condizioni di Tommaso Romito che ieri ha svolto la normale seduta di allenamento in gruppo con i compagni.
Il difensore con tutta probabilità potrà essere disponibile per la prossima trasferta a Pistoia, dove mancherà lo squalificato Conti. In caso contrario Fortunato verrebbe spostato in difesa per far coppia centrale con Pomante. Sarà ancora out Diliso che non ha ancora pienamente recuperato. Ad ogni modo, nel suo ruolo di terzino destro Mottola fino ad ora ha fornito sufficienti garanzie.
Nel frattempo una lieta notizia. I biancazzurri Conti e Zappacosta sono stati convocati dalla nazionale italiana under 20 di C per la gara amichevole contro il Galles, che si disputerà mercoledì 14 novembre a Varese. La squadra infine svolgerà oggi una doppia seduta di allenamento. Mattina all'Adriatico e pomeriggio al campo Vestina di Montesilvano.

FRANCO LERDA SUL MOMENTO DELLA SUA SQUADRA

Nella giornata di ieri abbiamo avvicinato l'allenatore del Pescara Franco Lerda, logicamente soddisfatto della prova offerta dai suoi domenica a Crotone: «sono contento del pareggio e per la prestazione dei ragazzi. Per un'ora abbiamo tenuto benissimo il campo chiudendo ottimamente gli spazi e ripartendo in velocità. Gli ultimi venti minuti abbiamo sofferto tanto in quanto il Crotone, sicuramente la migliore squadra fino ad ora affrontata, è venuto fuori con le grandi individualità tecniche dal centrocampo in su».
Il Pescara è imbattuto in trasferta dall'esordio di campionato a Potenza nella prima giornata: «è importante essere imbattuti da quando dispongo di tutti gli acquisti estivi. Abbiamo perso qualche punto per strada questo è vero, ma è logico considerando alcuni fattori. Primo tra tutti il fatto che fino a poco tempo fa la condizione atletica non era delle migliori».
Qual è la chiave di questa positiva serie di risultati fuori casa? Lerda ne è sicuro: «i ragazzi hanno tanto carattere e l'hanno confermato domenica a Crotone. È un campo difficilissimo lo Scida, difficilmente molte altre squadre faranno risultato come noi. I ragazzi in campo hanno dato dimostrazione di saper soffrire, anche al cospetto di un avversario molto forte».
La squadra però non è più brillante e propositiva come nelle prime giornate di campionato, per intenderci quelle con Juve Stabia e Sambenedettese: «è vero, siamo un po' peggiorati a livello estetico ma in campo non soltanto andiamo noi, ci sono anche gli avversari che sono forti e ben organizzati».
A Crotone la difesa si è distinta in positivo, al di là della straordinaria prova dell'estremo difensore biancazzurro Indiveri: «la prova del nostro portiere è stata notevole ma Indiveri non lo scopriamo solo contro il Crotone, è dall'inizio del torneo che compie interventi decisivi. Mi è piaciuta la difesa, giovane che non ha pagato l'impatto con un campo difficile come quello dello Scida. I giovani della difesa hanno ottime prospettive per il futuro. Possono crescere e tanto».
Proprio il reparto difensivo dovrà fare a meno sicuramente di Diliso infortunato e Conti squalificato, oltre naturalmente a Romito la cui presenza domenica a Pistoia è in dubbio: «durante la settimana lavoriamo bene e tutti e ragazzi si impegnano al massimo. Chi non gioca è stato sempre degnamente sostituito. In un campionato lungo e difficile c'è bisogno di tutti. Valuteremo le condizioni di Romito e solo se sarà pienamente recuperato giocherà».
Affrontare tre partite in una settimana non è stato facile, lo conferma lo stesso Lerda: «è stato un dispendio di energie importante, sia dal punto di vista fisico che mentale. Con il Martina e con la Massese in casa, inoltre, il campo in pessime condizioni non ha fatto altro che aumentare il nostro dispendio energetico. Ora abbiamo finalmente una settimana piena in cui potremo recuperare e smaltire la fatica accumulata di tre match in sette giorni».
Dopo tante giornate, per il tecnico pescarese non è ancora arrivato il momento di stilare obiettivi: «è ancora presto per dire che campionato farà il Pescara. Al momento la priorità è tenere a distanza il treno dei play-out, anche se non dobbiamo guardare la classifica. Le squadre che abbiamo affrontato ci hanno dimostrato quanto è equilibrato questo girone. La Massese ad esempio è stata abilissima nel chiudersi in difesa».
All'orizzonte la gara con la Pistoiese: «a Pistoia ci aspetta un'altra battaglia. Anche loro sono reduci da un pareggio e davanti il loro pubblico non vorranno certo fare brutta figura. Noi cercheremo di vincere come sempre, anche se in campo ci sono anche gli avversari e non sempre dipende da noi. I toscani hanno buone individualità e lotteranno fino alla fine per evitare i play-out. Come noi non sono partiti bene in campionato ma hanno le potenzialità per raggiungere una posizione tranquilla di classifica. Sarà dura ma dai miei ragazzi mi aspetto quanto hanno dato fino ad ora».
Andrea Sacchini
07/11/2007 9.14