Terzo risultato utile consecutivo per il Pescara a Crotone

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1170



CROTONE. Il Pescara ottiene un importantissimo 1-1 sul difficile campo del Crotone.
E' il terzo pari consecutivo, questa volta positivo per morale e classifica.
Grande protagonista dell'incontro il portiere pescarese Giovanni Indiveri, autore nel corso della partita di diversi interventi prodigiosi che hanno messo al sicuro il risultato.
Ottima prova anche del pacchetto arretrato biancazzurro capace, malgrado le defezioni per infortunio di Diliso e Romito sostituiti rispettivamente da Mottola e Pomante, di tenere testa al valido reparto offensivo dei calabresi.
Le reti tutte nella prima frazione di gioco.
Al 18esimo il vantaggio dei rossoblù con Basso, sette minuti più tardi il definitivo pari di Micco, al secondo centro stagionale dopo il gol fortunoso realizzato a Martina Franca.
Un punto d'oro se si considera il difficile momento attraversato dai biancazzurri e soprattutto il grande tasso tecnico degli avversari.
Il Crotone, infatti, è una delle più serie candidate al salto di categoria.
Malgrado il pallino del gioco sia stato quasi esclusivamente ad appannaggio dei padroni di casa, a parte una ventina di minuti nel primo tempo, il Pescara proprio al sesto minuto di recupero ha sfiorato il gol del possibile due a uno con Di Matteo.
Detto ciò, è giusto sottolineare che anche il Crotone è andato più volte vicino al punto della vittoria, come dimostra la traversa colpita da Ghezzal a cinque minuti dal termine della contesa.
Il Pescara ha giocato con il collaudato 4-4-2. Indiveri tra i pali, linea difensiva a quattro formata da Conti e Pomante al centro, Mottola sull'out di destra e Vitale a sinistra. Ritorno dal primo minuto per Fortunato, che ha fatto coppia con Caracciolo in mezzo.
Sugli esterni hanno agito Micco e Felci, quest'ultimo al rientro dopo i due turni di squalifica. In attacco nessuna sorpresa con il tandem Alfageme-Sansovini. Dopo le ultime prove tutt'altro che convincenti da parte degli adriatici, un passo avanti in vista del proseguo del torneo.
La gara con il Crotone è stata l'ennesima dimostrazione che questo gruppo ha carattere. Oltre ciò è cresciuta visibilmente la condizione fisica dei giocatori, malgrado in questo momento è innegabile un certo gap tecnico con le prime della classe.
Domenica il Pescara è atteso a Pistoia, diretta concorrente per evitare i play-out.
Attualmente la rosa pescarese è sicuramente in grado di ben figurare in questo girone, ma per ambire a traguardi più prestigiosi della semplice salvezza occorre qualcos'altro. Importante in tal senso sarà la prossima finestra trasferimenti di gennaio. La squadra ha dimostrato in diversi frangenti di potersela giocare ad armi pari con tutte, ma nonostante ciò nelle gare con le squadre che guidano il raggruppamento gli uomini di Lerda non hanno mai vinto. Sconfitte con Ancona e Perugia, unite a pari con Taranto e Crotone. All'appello mancano il Gallipoli ma soprattutto la Salernitana. Ad ogni modo prima di decifrare a pieno il campionato del Pescara occorre terminare il girone di andata. A quel punto si saprà qualcosa di più sugli obiettivi della stagione.

CROTONE-PESCARA, LE RETI

MINUTO 18: Il vantaggio del Crotone. Preciso cross di Galardo dalla destra per il colpo di testa di Basso che batte l'incolpevole Indiveri. Crotone uno Pescara zero.

MINUTO 25: Il punto del definitivo uno a uno. Cross di Fortunato per la pronta battuta di Micco che realizza la sua seconda rete in maglia biancazzurra. Crotone uno Pescara uno.

Andrea Sacchini 05/11/2007