Europei Femminili Basket: Italia Grecia 65-55

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1309




CHIETI. Le azzurre, dopo aver raccolto elogi contro la Russia, hanno finalmente raccolto anche punti contro la Grecia.
erito di Kathrin Ress, nel ruolo di ... Bargnani, ma ben più efficace e produttiva nel mettere a frutto il lavoro svolto nel Boston College e quest'estate nella Wnba. Tredici rimbalzi (cinque offensivi), 6/10 al tiro (2/2 nelle triple) e 16 punti per questa ragazza di 1.91 che tiene il campo con grande sicurezza e che ha contribuito in modo determinante a garantire all'Italia il predominio sotto i tabelloni (43 rimbalzi per l'Italia, 30 per la Grecia). È stata sempre lei a firmare i minibreak
azzurri: nel terzo tempo quando da 34-24 il punteggio si era accorciato a 38-35: due canestri da sotto prima della tripla di Masciadri, ed anche a due minuti dal termine quando la Grecia con un 7-0 in 39" era salita da 47-58 a 54-58. Suo il canestro che ha allentato la pressione e subito dopo il tiro pesante di Giorgia Sottana, che merita un discorso a parte.
Lambruschi le ha concesso poco meno di sette minuti, lasciandola però in campo nelle battute conclusive.
Scelte affrettate di tiro della ragazza di Treviso, appena diciotto anni, potevano costar care alla Nazionale in difficoltà sotto il pressing greco, ma poi proprio Giorgia ha impresso la svolta alla gara, mettendo a segno la tripla della sicurezza, conquistando due rimbalzi offensivi, prendendosi un fallo importante al quale ha reagito tentando di colpire un monumento (ieri piuttosto impolverato) come Evanthia Maltsi. Fermata da Masciadri e Ress, ha chiuso servendo un assist delizioso a Raffaella.
Il successo delle azzurre nasce comunque da lontano. Dal grande lavoro di Laura Macchi, che si è sbloccata al tiro solo nell'ultimo tempo ma ha servito ben sei assist, alla regia di Francesca Zara, alle recuperate qualità balistiche di Raffaella Masciadri (6/12 dopo il
2/14 contro la Russia), alla difesa di Modica, al contributo prezioso di Franchini, Zanoli, Ciampoli, Zanon, Giauro e Dacic che hanno offerto minuti di grande intensità.
Deludente in Maltsi, irriducibile in Kostaki, la Grecia ha ricevuto un buon contributo da Kaltsidou e Stachtiari, ma ha denunciato anche contro l'Italia una scarsa disponibilità offensiva, a disagio anche contro la difesa di Lambruschi che, ad esempio, le ha consentito il primo tiro della partita dopo quasi tre minuti.

L'Italia ha trovato subito la tripla con Masciadri. Il tiro pesante di Ress le ha dato il 21-13 del primo quarto, salendo, con la seconda bomba di Ress, la donna degli allunghi importanti, al +12 dopo quasi
14': 28-16. La Grecia ha inseguito, non ha mai dato la sensazione di arrendersi, ha reso la vita difficile alle azzurre fino agli ultimi secondi ed esce in pratica - a meno, lo ripetiamo, di un autentico miracolo contro la Russia - dall'Eurobasket con qualche rimpianto: forse sarebbe bastata una Maltsi un po' più efficace per mettere a segno il colpo dell'anno.

«Parliamo di missione compiuta», ha detto a fine partita il ct Lambruschi, «riguardo solo questa partita, le ragazze possono fare di più e devono fare di più, è stata una partita nervosa e noi non dobbiamo rilassarci mai, altrimenti paghiamo cara la poca tensione, occorre giocare liberi di testa. La Grecia è stata una prova di maturità ma è con la Francia che dobbiamo dimostrare di essere pronti in tutti i sensi. Il pubblico? Siamo noi che dobbiamo caricarlo, giocando bene, lui risponderà presente come ha fatto oggi».
«Era la partita che aspettavamo», ha sottolineato Kathrin Ress, «dal giorno del sorteggio, e l'abbiamo affrontata concentrate e determinate a fare bene. Ma non siamo appagate, anzi, adesso vogliamo pensare alla Francia e al modo come batterla. Per quanto riguarda la mia prestazione so che a rimbalzo sono una che si butta sempre, mentre per quanto riguarda il tiro devo lavorare sulla continuità. Oggi hanno funzionato l'uno e l'altro, ma è già passato. Pensiamo alla Francia.
Questo è un gruppo meraviglioso in cui non c'è una giocatrice che rappresenta l'Italia, ma tutte insieme».
RISULTATI
ITALIA: Ress 16 (4/8, 2/2, 13r), Franchini (0/3 da tre, 1r), Sottana 3 (0/2, 1/2, 2r), Zara 8 (4/10, 0/3, 8r), Zanoli 5 (2/2, 0/1), Modica 6 (2/3, 0/5, 1r), Macchi 10 (2/4, 1/3, 5r), Masciadri 15 (3/6, 3/6, 3r), Ciampoli 2 (1/1), Zanon (2r), Giauro (1r), Dacic (2r). Coach:
Lambruschi
GRECIA: Kalentzou 6 (1/4, 1/3, 6r), Kostaki 13 (1/4, 3/7, 2r), Chatzinikolau 2 (1r), Spatharou ne, Kaltsidou 13 (1/1, 3/5, 3r), Maltsi 4 (2/4, 0/6, 1r), Sarekgou 6 (2/9, 1r), Stachtiari 9 (4/6, 4r), Papamichail ne, Kosma, Vasileiou (0/1 da tre), Nikolaidou 2 (1/3, 5r).
Coach: Missas.
ARBITRI: Luker, Bodnar, Jasikevicius.
NOTE - Tiri liberi: Italia 8/10, Grecia 10/20. Perc. tiro: Italia
25/61 (7/25 da tre; 15 ro, 28 rd); Grecia 19/53 (7/22 da tre; 10 ro, 20rd).


26/09/2007 9.24