Nessuna novità da Pincione. E la squadra è chiamata domenica alla conferma

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1331

Nessuna novità da Pincione. E la squadra è chiamata domenica alla conferma
PESCARA. Quella che inizierà lunedì sarà la settimana decisiva per il futuro societario del Pescara.
Il collegio sindacale ha concesso tempo fino a lunedì per verificare l'esistenza del denaro fruibile intestato al sodalizio di via Mazzarino sul conto corrente della banca di Dubai.
Pincione avrà tempo ulteriore di tre giorni, dunque giovedì, per completare materialmente l'aumento del capitale sociale di circa due milioni di euro.
La ricapitalizzazione è indispensabile a sanare le pendenze di maggio e giugno ed evitare dunque pesanti penalizzazioni da scontare nel campionato in corso.
Nel caso Pincione non dovesse effettuare l'aumento di capitale, a quel punto la proprietà del club passerebbe di mano.
Al momento sono tanti i nomi che circolando nell'ambiente pescarese ma, di concreto, c'è ben poco. Nel caso di mancata ricapitalizzazione giovedì, sarebbe compito della Caripe, che ha potere pignoratizio nei confronti delle azioni possedute da Pincione, trovare il nuovo acquirente del delfino. Anche il vice presidente Claudio Di Giacomo ha confermato che la società Pescara 70 cesserebbe di esistere qualora l'attuale patron non dovesse tener fede agli impegni.

Apparentemente non condizionata dall'incessante trambusto a livello societario, la squadra si prepara per la prossima trasferta sull'insidioso campo dello Juve Stabia.
La gara con i campani rappresenterà l'occasione ideale .
Il gruppo è chiamato alla difficile conferma.
Il morale è altissimo dopo l'ottima prestazione contro la Sambenedettese, condita da buon gioco e soprattutto dai tre punti. A grandi linee il tecnico Lerda dovrebbe confermare lo stesso undici vittorioso 4-1 domenica. L'unico dubbio sembra rappresentato nel 4-4-2 dalla coppia di attaccanti di partenza. Contro i marchigiani le punte a disposizione del tecnico sono andate tutte in gol. La concorrenza in avanti è dunque forte. Alfageme, uscito anzitempo domenica, ha pienamente recuperato dal piccolo infortunio al naso ed è disponibile. Squadra che vince non si cambia ed è di conseguenza probabile il duo Alfageme-De Lucia dal primo minuto, con Sansovini e Di Matteo pronti a subentrare in corso d'opera. In difesa fiducia scontata per la coppia di centrali Romito e Fortunato malgrado Pomante rientri dal turno di squalifica.

Andrea Sacchini 20/09/2007