Calcio a 5, la Provincia premia le campionesse dell’Asd Città di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1212


PESCARA. Una targa ricordo, come riconoscimento per il titolo di “campionesse d'Italia”, è stata consegnata questa in Provincia mattina da Enzo Fidanza, assessore provinciale allo Sport, alla squadra di calcio a 5 femminile “Asd Città di Pescara C5”.
«Si tratta di un piccolo contributo da parte dell'amministrazione», ha spiegato Fidanza, «per queste ragazze che si stanno facendo strada in uno sport che fino a qualche anno fa, per fortuna erroneamente, era considerato prerogativa maschile».
La formazione abruzzese è nata nel 2000. Inizialmente si chiamava Ponzio Pescara, poi è divenuta Polisportiva Montevelino e da quest'anno ha il nome con cui ha vinto il tricolore.
Il sodalizio ha portato a casa il titolo, primeggiando su altre 279 squadre presenti in Italia, battendo ai rigori, il 30 giugno scorso a Norcia, le laziali della “Virtus Ciampino”.
Oggi, alle 18, al Pala Rigopiano, scenderà nuovamente in campo contro la Imolese, vincitrice della Coppa Italia, per cercare di aggiudicarsi anche la Super coppa italiana.
Queste, tra titolari e riserve, le ragazze a disposizione del direttore sportivo Maurizio Blasetti: Mariangela D'Ambrosio (capitano), Francesca Salvatore (allenatrice-giocatrice), Francesca Mannavola, Mariangela Di Gaetano, Alessia Guidotti, Ersilia D'Incecco, Chiara Mincarelli, Eleonora Narcisi, Valentina Bevilacqua, Giuseppina Cinalli, Simona Spacca, Eleonora Deales, Valentina Di Giò: Battista, Erica Capobianco e Michela Capobianco.
Hanno dai 18 ai 33 anni. Nella vita di tutti i giorni alcune lavorano, altre studiano ancora. Sono state già vice campionesse d'Italia nel 2006.
Militano nel campionato regionale di serie C (che con la D è conta in Abruzzo 23 squadre) che hanno vinto per quattro volte consecutive, come vantano sul loro blog http://blog.libero.it/pescarafemminile.
«L'ultima stagione sportiva è costata complessivamente alla società 60mila euro, reperiti con non pochi sacrifici», come ha spiegato stamani il patron Luigi Palladino. «Ora, grazie ai successi», ha proseguito, «si stanno avvicinando a noi anche gli sponsor: Umbro come fornitore tecnico, e Pharmapiù tra i principali. Ci consentiranno di continuare a giocare e -speriamo- a vincere».

08/09/2007