Volley serie A2: si inizia il 20 agosto. Il Pineto già carico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2272



PINETO. Finito in archivio anche l'appuntamento del volley mercato, la Pallavolo Pineto rivolge la mente all'inizio della preparazione, fissata per il 20 agosto. Dall'appuntamento di Bologna è uscito un primo quadro, non ancora definitivo, del livello delle partecipanti al campionato di A2, un torneo nel quale verranno introdotte alcune novità, a partire dal numero delle retrocessioni, salito a cinque; aumento "bilanciato" dall'allargamento delle formazioni che accederanno ai play-off promozione, che saranno otto e non sei come nell'anno passato. Di fatto saranno solo due le squadre che non saranno interessate dalle sfide-promozione e dalla retocessione.
Un bilancio su quanto realizzato sinora dalla società gialloblu, lo stila il tecnico Lele Fracascia, impegnato a ricaricare le batterie in famiglia, in vista di una lunga stagione: «Il mio giudizio su quanto fatto in sede di mercato è sicuramente buono», dichiara Fracascia, «abbiamo costruito un organico competitivo nel quale sono stati inseriti tre schiacciatori all'esordio nel nostro campionato. Sappiamo bene cosa ci possono dare gli altri, adesso dovremo vedere come la competizione tra questi attaccanti influirà sul loro rendimento. Anche da questo dipenderà l'esito della stagione, che potrebbe avere un finale positivo oppure eccezionale».
Guardando il lotto delle altre 15 compagini, Fracascia commenta: «Ci sono parecchie squadre ben organizzate, a cominciare da Vibo Valentia e Verona. Le due retrocesse faranno di tutto per risalire immediatamente nella massima categoria. Forll, pur essendo neopromossa, ha fatto le cose in grande. A questo gruppo aggiungerei sicuramente S. Croce e Bassano».

Proprio a Bassano riprenderà l'annata della Pallavolo Pineto, ll dove si era interrotta nel 2006/07. «Non cercheremo assolutamente rivincite di nessun tipo. Quella stagione è andata in archivio, purtroppo un pr velocemente per i play-off e adesso mi piacerebbe che si riuscisse a voltare pagina. Sono cambiate tante cose, quindi vorrei evitare paragoni».

Sul livello complessivo della serie A2, Fracascia non ha dubbi: «Il timore di commettere passi falsi e ritrovarsi invischiati nella lotta per non retrocedere ha spinto tante società a fare qualche sforzo in piy in sede di mercato, con il risultato che adesso il livello si è alzato ulteriormente rispetto al torneo passato. La differenza, o meglio qualche sorpresa, dipenderà dall'alchimia che qualche allenatore riuscirà a creare con il suo gruppo, per sopperire magari alle lacune tecniche».
Per quanto riguarda invece il calendario, il tecnico gialloblu esprime cosl la sua opinione: «Alla lunga l'ordine con cui si affrontano le avversarie conta poco, ci saranno alcuni team che perderanno degli atleti per gli impegni con le rispettive nazionali, ma nell'arco di un campionato cosl lungo questi episodi si andranno sicuramente a bilanciare».
Con queste parole Fracascia chiude la sua analisi e si prepara alla partita con la Nazionale dei Veterani, che lo ha chiamato come schiacciatore per l'appuntamento di Falconara. Insieme a lui Babini, Masciarelli e tanti altri giocatori che hanno fatto grande l'Italia nel recente passato.

23/07/2007 8.26