Cetteo Di Mascio è il nuovo allenatore del Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2594

PESCARA. Cetteo Di Mascio è il nuovo tecnico del Pescara, l'ufficialità è giunta nella serata di ieri.
Termina dunque un lungo tormentone durato parecchie settimane nelle quali diversi nomi erano stati accostati alla panchina abruzzese.
Camplone, Cuoghi, Cari e Galeone su tutti. Nei prossimi giorni verranno resi noti gli interi quadri tecnici del Pescara targato 2007/2008.
Quarantotto anni il prossimo 24 agosto, è arrivato finalmente il momento per Di Mascio di confrontarsi con il calcio professionistico, dopo tanti successi ottenuti in nove anni alla guida della primavera del Pescara. Alla luce delle ultime vicissitudini societarie vissute dal sodalizio di via Mazzarino, ma soprattutto considerate le grandi qualità umane e tecniche della persona, la scelta di Di Mascio al momento sembra la più azzeccata. D'altronde i risultati, riassunti in sei partecipazioni ai play-off negli ultimi sette anni, una finale scudetto nel 2000/2001 ed una finale di Coppa Italia di categoria nell'ultima stagione, sono dalla sua parte. Il neo tecnico biancazzurro, tra le altre cose, è da poco laureato in Scienze manageriali e giuridiche per lo sport e ultimamente è stato ammesso al super-corso di Coverciano finalizzato al conseguimento del patentino di prima categoria, indispensabile per allenare in serie A e B.
Scelto definitivamente il nuovo allenatore, si attende solo l'arrivo dei soldi di Pincione per poter muovere i primi passi sul mercato e piazzare qualche colpo in entrata. E' prevista ad ogni modo una prima tranche di denaro entro la fine della settimana. Sebbene il calciomercato biancazzurro partirà con colpevole ritardo, c'è comunque ancora tempo a sufficienza per programmare la nuova stagione. Le intenzioni della nuova proprietà sono quelle di riconquistare subito la serie B ma le difficoltà, inutile nascondersi, sono tante. I pochi soldi attualmente a disposizione e la grande difficoltà del prossimo torneo di serie C1 sono solo due dei fattori che farebbero presagire ad un campionato di transizione. Eventuale campionato di transizione che, comunque, non deve essere inteso per forza come un qualcosa di negativo. Pescara è una piazza importante che merita senza dubbio molto di più della serie C, ma per programmare un bel futuro e creare delle forti basi societarie sarebbe opportuno ricominciare da zero e quest'anno può davvero rappresentare l'anno della svolta.
Ad ogni modo, il fatto che Di Mascio abbia accettato l'offerta della panchina del delfino di per se fa guardare con moderato ottimismo al futuro. Il nuovo tecnico, non a caso, aveva fatto intendere a più riprese che non avrebbe mai sposato un programma di magra. Non resta che attendere dunque gli investimenti promessi da Pincione perché adesso, più che mai, alle parole dovranno seguire inevitabilmente i fatti.

Andrea Sacchini 17/07/2007