La Pescara Basket Antoniana si affida al tecnico Mimmo Trivelli

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2534

PESCARA. La società Pescara Basket Antoniana ha scelto la guida tecnica per la prossima stagione: sarà Mimmo Trivelli.
Coach abruzzese dotato di grande competenza, Trivelli ha iniziato la propria carriera nel 1973 vincendo il titolo regionale “Ragazzi” con il Teaterno Chieti. Passato l'anno seguente nella Rodrigo Chieti, in 5 stagioni come capo allenatore delle categorie giovanili ha fatto incetta di titoli regionali e acquisito esperienza come assistente in serie B e A2. Nel 1979 è arrivata la prima chiamata come capo allenatore di una squadra seniores, l'Eruoflex Roseto in serie B, ed è iniziato un lungo girovagare che l'ha portato sulle panchine di Firenze (1980-81), Chieti (1981-82), Trapani (1982-84, vincitore del campionato di C1), Ragusa (1984-85) e Porto Sant'Elpidio (1985-87, vincitore del campionato di C1).
Nel biennio 1987-89 è stato nominato direttore tecnico della Mokambo Chieti, formazione di B2, mentre dopo un anno sulla panchina di Siracusa, nel 1990 è stato scelto per ricoprire il ruolo di direttore sportivo nella Delizia Pescara. Nel capoluogo rivierasco Trivelli è tornato come capo allenatore delle giovanili dell'Amatori nel 1996 dopo l'avventura in B femminile col Cus Chieti (1991-93) e quella maschile con Chieti Scalo (1993-96), e nel 2000-01, intervallando la sua lunga parentesi a Vasto. Tra il 1998 e il 2005 Trivelli infatti è stato capo allenatore del Vasto Baket in serie C2 prima del suo ultimo incarico nello staff tecnico del Cus Chieti femminile (2005-07).
«Sono estremamente entusiasta dell'interessamento della società – ha detto il neoallenatore biancazzurro – e spero che tutto vada per il meglio e per il verso giusto. Il mio augurio è di poter lavorare per dare il massimo a questa squadra e ricambiare così la fiducia che la dirigenza ha riposto in me. Nelle prossime ore ci sederemo attorno ad un tavolo ed inizieremo a programmare al meglio la prossima stagione. È ancora prematuro per fare proclami anche perché non so quali giocatori rimarranno o quali sono di proprietà della società, ma certamente fin da subito cominceremo a gettare le basi per preparare il campionato».
Fine conoscitore del gioco e attento valorizzatore dei ragazzi prodotti dai vivai, Trivelli ha lanciato nel corso della propria carriera ragazzi interessanti e questo dimostra ancora una volta la volontà della dirigenza pescarese di continuare a percorrere il progetto Pescara Basket seguendo il solco già tracciato, ovvero rilanciando la pallacanestro locale sia in ambito professionistico che giovanile.

22/06/2007 8.37