IRL. Hornish domina e vince la gara del Texas

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

972

DALLAS. Sorpresa, in apertura del week end Irl sull'ovale di Forth Worth con Scott Sharp primo attore che ha strabiliato i rari presenti alla notturna texana, con una media superiore a quella dei “big” della classe (215.260 miglia).
Per Sharp questa, e' la sesta pole della sua carriera.
Hornish, Franchitti, Kanaan, Castroneves si sono accodati, nell'ordine, con un pugno di centesimi di secondi in meno rispetto al pilota del Connecticut. ma piu' sorprendenti il settimo posto strappato da Scott Dixon (che in prova finiva contro il muro) e la decima piazza del campione Dan Wheldon.
Deludente il risultato del “fenomeno” Marco Andretti, (12.mo) che su cinque gare non ne ha concluso nemmeno una.
Anche i dirigenti l'ovale hanno voluto offrire qualcosa di nuovo prolungando la “Bombardier 500” di 50 km (pari a 28 giri) che A.J.Foyt Jr, Sarah Fisher e Milka Duno, dal fanalino di coda, hanno criticato a viva voce.

LA CORSA



E Sam Hornish ha registrato la sua 19° vittoria resistendo all'ostinata rincorsa di Tony Kanaan, riuscendo anche a dare 7 secondi di distacco, prima che l'uragano si abbattesse sull'ovale dai banchi a 23 gradi, ad opera di Foyt IV che a 31 giri dalla conclusione perdeva una ruota coinvolgendo Wheldon, Dixon, Castroneves, Carpentier e Manning, conclusione di una corsa abulica, spesso noiosa, carica, appunto, di incidenti dovuti anche alla inesperienza e spericolatezza di giovani come Marco Andretti., che, ancora una volta, non ha condotto a termine la corsa.
La “550 Bombardier” del Texas ha offerto, per fortuna, sprazzi di combattivita', sino a quando i “big” coinvolti nell'incidente hanno sospinto gli stanchi spettatori (erano le 23 e molti sonnecchiavano),a lasciare gli spalti in anticipo.
Dario Franchitti quarto si e' accontentato di accumulare i punti necessari a tenerlo a galla in classifica,«deluso dell'accoglienza stampa europea» che ha dedicato le copertine alla nuova promessa di F.1 Lewis Hamilton «e relegato la Indy 500 in un angolino».
Marco Andretti, pur avendo chiesto scusa a Scheckter, messo fuori uso con un contatto irregolare, e commesso errori al pit, sino a quando rientrava con la trasmissione sballata, ha bisogno ancora di maggior scuola, se un giorno intenderà “assaltare” la Formula uno.
Danica, ringraziando gli incidenti, i DNF e gli errori al pit, finalmente ha saggiato il dolce del “piazzamento” senza pero' tralasciare un atto di accusa verso Kanaan «che... non la lasciava passare».
La venezuelana Milka Duno e Sarah Fisher hanno racimolato la decima e undicesima posizione,ovviamente piu' confortevole del fanalino di coda.

Lino Manocchia - SSNphoto.com

11/06/2007 12.40