Premio Gianni Masciarelli a Oliviero Toscani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5195

SAN MARTINO SULLA MARRUCINA. La cerimonia venerdì 30 settembre nel corso di un Consiglio comunale straordinario

Oliviero Toscani riceverà venerdì 30 settembre a San Martino sulla Marrucina (Ch), alle ore 16.30, durante un Consiglio comunale straordinario, il Premio Gianni Masciarelli “Oltre la… vite”.

Giunta alla terza edizione (nel 2009 il premio era stato assegnato a Gad Lerner e nel 2010 a Bruno Vespa), l’iniziativa è organizzata in ricordo del grande produttore abruzzese dall’amministrazione comunale, dalla moglie Marina Cvetic e dalla figlia Miriam. Il riconoscimento si ispira a quei valori di autenticità, tenacia e impegno tipici della terra e delle persone d’Abruzzo che hanno guidato la vita di Masciarelli, prematuramente scomparso nel luglio 2008.

Il celebre fotografo è entrato a far parte, da qualche anno, del mondo enologico con l’intento di realizzare un progetto per produrre vino “al vertice della qualità”. Non a caso lo stesso Toscani ha dichiarato in proposito: «Non faccio il contadino, ma l’artista del vino». Da qui la volontà di premiarlo con l’ambito riconoscimento con la seguente motivazione:

«L’apporto di una personalità profondamente libera, la schiettezza e l’onestà del suo pensiero, la capacità, la professionalità e la serietà dimostrata nella realizzazione di opere sempre al massimo livello qualitativo rappresentano credenziali importanti per un contributo sostanziale e propedeutico a un miglioramento dell’offerta enologica, della sua diversificazione, allo stimolo all’innovazione e alla riconsiderazione di modelli produttivi e comunicativi meritevoli di maggiori attenzioni e di nuove ottiche di osservazione».

«L’impegno nella coltivazione di vitigni non autoctoni per una filosofia di produzione innovativa e diversa rispetto ai classici vini - spiega il sindaco di San Martino sulla Marrucina, Luciano Giammarino - insieme alla grande attenzione agli aspetti di contesto paesaggistico, storico-culturale e ambientale particolarmente curati da Oliviero Toscani, costituiscono un crogiolo di innovazione, immaginazione e tradizione che disegnano nuovi scenari e proposte meritevoli di considerazione per uno sviluppo futuro dell’enologia e dell’enogastronomia locali e nazionali».

ll premio, intitolato “Oltre la... vite”, che sarà consegnato a Toscani nel corso della cerimonia solenne, è realizzato dall'orafo Enzo Torrieri di Guardiagrele e consiste in un tralcio di vecchia vite della vigna di Masciarelli, montato su pietra bianca della Majella lavorata dallo scalpellino Riccardo Di Ienno, su cui sono montati grappoli e foglie di vite d'oro. Ai piedi del tralcio è depositato un piccolo Panama, il cappello che Masciarelli indossava per ripararsi dal sole quando frequentava le sue vigne.

27/09/2011 13.51