L’Aquila, stagione concertistica "B. Barattelli" musica classica e non solo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5634

L’AQUILA. Manca poco per l’inizio della sessantaseiesima stagione concertistica  della società aquilana dei concerti “B. Barattelli”.

Nella conferenza stampa del 20 giugno scorso il direttore artistico, Alessandro Mastropietro, ha presentato  il suo ultimo cartellone che si aprirà con il concerto di inaugurazione il 15 ottobre prossimo.  Presenti all’evento Leonardo Nardis, vice presidente dell’ente musicale, Paola Di Salvatore dirigente del settore cultura della Regione Abruzzo, Stefania Pezzopane assessore alla cultura del Comune de L’Aquila e  Antonio Battaglia presidente della Caripspaq.

«Il Comune de L’Aquila», ha dichiarato Pezzopane, «nel suo piccolo ha voluto mantenere fermi i contributi ordinari agli enti professionali. Ha analizzato il problema del lavoro e quello degli spazi per lo spettacolo dal vivo, ribadendo la necessità di considerare la cultura come uno dei punti di forza fondamentali per la ripresa della città».

Il calendario che offre un mix di repertorio classico e  moderno si aprirà  il 15 ottobre e vedrà sulla scena il celebre brano dei “Carmina Burana” di Orff,  in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma e alcuni solisti che provengono dall’Opera Studio dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Così come quest’anno calcherà il palco l’orchestra del Concertino Vienna dei Wiener Symphoniker che hanno in organico l’abruzzese Patrick De Ritis, il pianista Daniil Trifonov vincitore del Concorso Tchaykovsky del 2011, il pianista Roberto Prosseda ma anche l’Orchestra Sinfonica Abruzzese per l’esecuzione della Nona Sinfonia di Beethoven, il pianista Giuseppe Albanese con l’Orchestra Sinfonica di Belgrado , il soprano Gabriella Costa, la Banda Nazionale dell’Esercito, il Duo Brunello-Lucchesini e tanti altri.

Sarà presente anche Andras Schiff che offrirà un recital con le musiche di Bach.

Infine non mancheranno gli omaggi a Liszt e Mahler nel 2011 e a Cage e Debussy nel 2012,  in occasione dei rispettivi anniversari.

Poi sarà la volta delle musiche non propriamente classiche; già il 28 ottobre si esibirà la Banda Osiris, e poi Antonella Ruggiero, Peppe Servillo per un omaggio a Modugno, Moni Ovadia, e i grandi del jazz italiano da Stefano Di Battista a Danilo Rea, a Paolo Di Sabatino con Fabio Concato,  Enrico Rava con il suo quintetto e tanti altri.

m.b.  22/09/2011 10.34