Torna dall'Etna al Gran Sasso, a Città Sant'Angelo i sapori della Sicilia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

17233

CITTA' SANT'ANGELO. Nove giorni di divertimento, cultura e gastronomia per festeggiare gli amici di Nicolosi.

 A Città Sant'Angelo torna Dall'Etna al Gran Sasso, l’appuntamento estivo dedicato al gemellaggio tra angolani e nicolositi. Dal 16 al 24 Luglio, ogni sera dalle ore 19.00 nel centro storico di Città Sant'Angelo, le tradizioni dell’Abruzzo e della Sicilia si incontrano in uno dei Borghi più Belli d’Italia. Bus navetta collegheranno l’area parcheggio in contrada Alzano con il capolinea Arpa nel borgo: quest'anno i costi del servizio richiederanno però un contributo ai visitatori. 
A presentare l'appuntamento in conferenza stampa, nella sala Figlia di Jorio della Provincia di Pescara, il sindaco Gabriele Florindi, gli assessori Raffaella Graziani, Giuseppe Luciani, Ignazio Prantense, e dalla Sicilia l'assessore del Comune di Nicolosi Antonio Borzì e il vice sindaco di Misterbianco Franco Galasso. 
Quest'anno è previsto un appuntamento in più, la Serata Concertistica di Gala del 15 luglio nella Collegiata San Michele, con la partecipazione del Gruppo Polifonico Corale "Mater Divinae Gratiae" di Nicolosi e le esibizioni degli Artisti della Guild Hall School of Music and Drama of London, diretti dal M° Emanuele Moris, e dell'Orchestra Femminile del Mediterraneo, diretta dal M° Antonella De Angelis. E per il gran finale, il 24 Luglio a mezzanotte, l’appuntamento è allo Stadio Comunale per ammirare lo spettacolo piromusicale a cura dei Fratelli Di Giacomo: i fuochi a ritmo di musica sono stati apprezzatissimi nelle passate edizioni e torneranno proprio in occasione dei dieci anni di gemellaggio, con tre nuovi brani che saranno illuminati dai colori dei giochi pirici.
«Sono passati 16 anni dal primo incontro a Padova tra Città Sant'Angelo e Nicolosi» ha ricordato il sindaco Florindi «tra le due Confraternite di Sant'Antonio. Questo è un gemellaggio vero, oramai siamo amici di famiglia e io personalmente vado in Sicilia anche in occasione dei matrimoni. Un interscambio culturale, folcloristico ed enogastronomico che arriva anche agli ingredienti, visto che i cuochi siciliani utilizzano ad esempio la ricotta abruzzese».

In questi giorni l'amministrazione ha invitato oltre 100 ospiti siciliani, nell'occasione speciale del decennale: «stiamo aspettando conferma anche dal governatore della Sicilia Raffaele Lombardo, hanno già garantito la loro presenza il vice presidente della Regione Abruzzo Alfredo Castiglione e Nello Musumeci, sottosegretario al lavoro e alle politiche sociale del governo e catanese doc». L'assessore Borzì, delegato al gemellaggio, ha ricordato con affetto il suo rapporto con Florindi: «quando è nato il gemellaggio era consigliere comunale, poi come vice sindaco e oggi come sindaco è stato sempre la forza motrice di questa unione, ha sempre dato tutto senza far mancare mai il  suo impegno».

Domenica 24 all 11.00, a suggellare la vicinanza tra le due comunità, verrà inaugurato il Belvedere Nicolosi, alla Porta Sant'Antonio del centro storico, decorato con materiale in pietra lavica di Nicolosi.
La festa entrerà nel vivo, come da tradizione, con l'arrivo in paese dei carretti siciliani, che sfileranno nelle vie del centro storico Sabato a partire dalle 19.00. Il Decennale del Gemellaggio, sarà sottolineato anche dall'Annullo Filatelico e da una cerimonia commemorativa, il 17 Luglio alle 11.00 nella sala consiliare. I nove giorni saranno arricchiti da esibizioni di gruppi folcloristici itineranti (The Folk Band, Allegra Compagnia, Lu Cumbagnie di lu San Giuvanni, Colline Verdi Teatine, Suonatori di Befaro, Vurra Vurra, Libbifolk, La Paranzella Antica Banda, Caferza, I Briganti della Maiella, Barcollo ma non mollo, Come si balle si sone, Eco tra i torrioni, Nuova Compagnia di Canto Giuliese, La Paranzella di Pianella, Laccio d'Amore), concerti di musica popolare al Giardino delle Clarisse (milonga in piazza con l'orquesta La que vendrà, pizzica e taranta con L'Orchestrina Popolare), la musica di giovani band locali in Piazza Oberdan (Atomic Bomb, Elisacoustic, Profunk, Il ladro di Ciliegie, Ventimetri, 65013). Tra gli altri appuntamenti il Festival della Melodia 2011 (22 Luglio), la tappa di Miss Adriatico (23 Luglio), l’XI edizione del Festival Adriatica Cabaret (24 Luglio).

 Immancabile l'opportunità di gustare i piatti tipici dell’Abruzzo e della Sicilia: quest'anno la novità è lo spazio dedicato alla pasta alla Mugnaia, che rappresenterà la cucina locale assieme al pesce fritto e agli arrosticini.

Ma ovviamente non mancheranno cannoli, arancini, cipolline, granite e i primi tipici della tradizione siciliana. Lungo le caratteristiche ‘rue’ paesane, troverà spazio la mostra mercato dell’artigianato Trad’Art, mentre Chiostro e porticato della Collegiata ospiteranno i lavori in pietra lavica ceramizzata a cura del Maestro Barbaro Messina. La sua mostra Madre terra per la prima volta verrà portata fuori dalla provincia di Catania, prima di iniziare una serie di esposizioni in giro per l'Europa. Chi ha voglia di conoscere meglio le bellezze del centro storico potrà arrivare  un po' in anticipo: ogni giorno, dalle 18.30, partiranno delle visite guidate gratuite alle bellezze del centro storico, grazie alla collaborazione tra il Comune e la cooperativa Madamadorè.

La festa è nata nel 2001 e nelle ultime edizioni ha portato a Città Sant’Angelo oltre 150 mila visitatori. Quest'anno la festa raddoppia: dal 7 al 14 Agosto, si vuole portare la festa in Sicilia organizzando a Nicolosi la prima edizione di Dal Gran Sasso all'Etna. L'appuntamento però è ancora da confermare: «Aspettiamo un supporto dalle istituzioni sovracomunali» ha spiegato Florindi «perché per due comuni non è facile organizzare in maniera adeguata un appuntamento del genere».

16/07/2011 9.23