ESTATE 2013

A Lanciano 7 notti illuminate dai fuochi d’artificio

Parte la prima edizione del Festival Nazionale dell’arte pirotecnica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2748

A Lanciano 7 notti illuminate dai fuochi d’artificio




LANCIANO. Mancano 10 giorni all'appuntamento con la prima edizione del Festival Nazionale dell'Arte Pirotecnica, previsto per il prossimo 30 giugno.
Un evento per Lanciano che vanta una tradizione antica legata soprattutto alle Feste in onore della Madonna del Ponte che si caratterizzano proprio per lo “sparo”, a cominciare da quello dell'apertura alle 4 del mattino. E quest'anno il cielo si illuminerà per altre sette serate. L'arte pirotecnica misteriosa e suggestiva che unisce tecnica e creatività, rischio e precisione, fantasia ed invenzione, sarà l'incontrastata protagonista di questa speciale rassegna voluta fortemente da Vittorio Salvatore, presidente dell'Associazione “Eventi Pirici” organizzatrice della manifestazione, che si inserisce nell'ambito del Settembre Lancianese.
Si lavora da settimane per mettere a punto i vari aspetti del Festival: un impegno notevole per i promotori costretti a misurarsi con i fondi che scarseggiano e con le difficoltà di imprenditori che in un altro momento avrebbero dato un sostegno e un contributo concreto alla manifestazione, che comunque, al di là del periodo gramo, sta riscuotendo larghi consensi. Ed è proprio l' apprezzamento che arriva da più parti a dare forza e a non scoraggiare gli organizzatori che in questi giorni stanno intensificando incontri e contatti per ultimare il programma.


«Bisogna fare davvero di necessità virtù considerate le difficoltà quasi quotidiane che dobbiamo affrontare e cercare di risolvere. E' un percorso faticoso ma vale la pena andare avanti e non lasciarsi scoraggiare, per dare a Lanciano una manifestazione di grande richiamo com'è appunto il Festival dell' Arte Pirotecnica – sottolinea Vittorio Salvatore – sono convinto che questa rassegna porterà in città migliaia di persone e questo significa promuovere e valorizzare Lanciano e il territorio puntando su uno spettacolo che continua ad esercitare un grande fascino, i fuochi. Sono figlio di un maestro pirotecnico, il cavaliere Sabino Salvatore che molti a Lanciano ricordano, e la passione per questo lavoro mi ha contagiato fin da bambino tanto che ho scelto di seguire le orme di mio padre. Accarezzavo l'idea di questo Festival da tempo e ora finalmente sta per diventare una realtà. La manifestazione prevede anche altri momenti come il ballo della Pupa, gli spettacoli degli sbandieratori di Lanciano, il volo dei palloni aerostatici, ed altre iniziative che completeremo nei prossimi giorni».
Due giornate saranno dedicate alle donne, il 3 e 4 agosto, e nell'occasione ci sarà un mercato artigianale con l'esposizione di pezzi unici realizzati rigorosamente da mani femminili, ed altri appuntamenti correlati.
Il Festival Nazionale dell'Arte Pirotecnica ha avuto il patrocinio della Regione Abruzzo, del Consiglio regionale dell'Abruzzo, della Provincia di Chieti e del Comune di Lanciano.
L'inaugurazione del Festival si terrà il prossimo 30 giugno e in quella data sarà anche reso noto il cartellone del Settembre Lancianese.