Teatro Marrucino, la terza stagione parte con “Bukowski”

Stagione curata da Stefano Angelucci Marino

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6698

Teatro Marrucino, la terza stagione parte con “Bukowski”





CHIETI. Parte venerdì 22 marzo il terzo cartellone della sezione “Teatro Contemporaneo” del Marrucino di Chieti curata da Stefano Angelucci Marino, direttore artistico del “Teatro del Sangro”.
La proposta per il 2013 si articolerà in quattro pièce provenienti da tutta Italia.
L’avvio verrà dato venerdì prossimo – 22 marzo - con “Bukowski, a night with Hank”, una produzione del “Teatro dei Limoni”. Lo spettacolo, un monologo di Francesco Nikzad, è diretto e interpretato da Roberto Galano ed è stato finalista al festival le Voci dell’Anima 2012. L'attore indossa i panni di Hank, alter ego dello scrittore, di cui racconta luci e ombre, in un viaggio notturno immersi nel mondo bukowskiano.
Il cartellone si muoverà poi lungo tutto lo Stivale, toccando Udine, da cui arriverà “Gli Innamorati” (5 maggio), produzione di commedia dell’arte della compagnia Mask; poi Bari, sede della compagnia Fibre Parallele che il 7 aprile metterà in scena il pluripremiato lavoro di ricerca “Mangiami l’anima e poi sputala”; per finire in Abruzzo, dove il Teatro del Sangro ha concepito lo spettacolo “Legionari – l’impresa di Fiume” che il 12 maggio chiuderà la stagione del Contemporaneo.
«Un cartellone di cui essere orgogliosi – afferma il maestro Ettore Pellegrino, direttore artistico del Teatro Marrucino – realizzato in perfetta sintonia con il Cda, e con tutti coloro che hanno dato la propria disponibilità per dare un apporto creativo e artistico, nell’ottica di proporre un’offerta culturale adeguata alla nostra città e a tutta la provincia».


«Il cartellone del Teatro Contemporaneo – ha sottolineato il deputato Fabrizio Di Stefano (Pdl), delegato al teatro – dimostra come siamo riusciti a far rialzare il sipario del Marrucino con un programma di alta qualità in ogni sezione e coinvolgendo il territorio, riappropriandoci della nostra identità. L’Abruzzo presenta diverse eccellenze e nasconde qualità che vanno valorizzate ed attivate, come quelle di Stefano Angelucci Marino. Quello che presentiamo non è un cartellone per fare clamore prima dello spettacolo, con grossi nomi altisonanti, ma è una proposta culturale che punta agli applausi dopo gli spettacoli, sicuri che saranno tutti molto apprezzati».
«Per questa terza stagione di Teatro Contemporaneo a Chieti – spiega Stefano Angelucci Marino – ospitiamo quegli artisti che rompono consapevolmente l’autoreferenzialità e i riti celebrativi per porsi come obiettivo principale la ricerca della comunicazione con il pubblico. Un Teatro infatti è vivo quando riesce a spiazzarci, a sorprenderci, a “catturarci” perché fa scattare un cortocircuito di partecipazione fra chi l’evento teatrale lo vive sul palco e chi lo vive in platea, mostrandoci un mondo irriducibilmente più complesso,ma anche più affascinante, di ogni pretesa semplificazione o riduzione. Il teatro contemporaneo, che sta esplodendo in Europa, ci allena alla complessità, mentre la comunicazione di massa è spesso nella trappola della banalizzazione in nome della divulgazione». Tutti gli spettacoli saranno fruibili con un biglietto unico dal costo di 10 euro, con una riduzione ad 8 euro per i giovani fino a 25 anni