MUSICA

Pescara ricorda il compositore Alessandro Cicognini

Manifestazione in programma il 15 febbraio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5917

Pescara ricorda il compositore Alessandro Cicognini




PESCARA. E’ stato l’autore delle più belle colonne sonore italiane degli anni ’40, ’50 e ’60, dai film mitici di Don Camillo e Peppone sino a ‘Sciuscià’ e ‘Pane, amore e…’, il compositore prediletto di De Sica.

Un artista che con il proprio impegno ha dato lustro alla città che gli ha dato i natali, Pescara che oggi riscopre Alessandro Cicognini attraverso i suoi spartiti, molti dei quali furono da lui stesso distrutti in un momento di sconforto.
Il compositore abruzzese Davide Cavuti li sta però recuperando e ritrascrivendo.
Cicognini, nato il 25 gennaio del 1906, sarà ricordato con un evento previsto per il prossimo 15 febbraio alle 21, presso l’Auditorium del Conservatorio ‘Luisa D’Annunzio’, con la presenza di Cavuti, del Paolo Di Sabatino Trio, alla presenza della nipote Malì Cicognini, dello studioso Paolo Di Cesare, per una serata presentata dalla giornalista Mila Cantagallo.
Cicognini è nato in quella che oggi è piazza Alessandrini, sempre a Porta Nuova, all’epoca denominata Piazza XX Settembre, ed è un musicista straconosciuto fuori dalla nostra città e poco dalla stessa Pescara, anche se da anni opera il Centro Ricerche e Studi Nazionali Alessandro Cicognini, diretto da Cavuti, che quest’anno ha deciso di far partire da Pescara la terza edizione del Festival intitolato all’artista.