SPETTACOLO

Teatro, a Roseto 12 spettacoli per la Stagione di Prosa Atam

Un progetto per dare spazio alle produzioni abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5875

Teatro, a Roseto 12 spettacoli per la Stagione di Prosa Atam
ROSETO. Tra drammaturgia moderna e testi classici l’Atam torna a proporre la stagione di prosa a Roseto degli Abruzzi con un cartellone di dodici spettacoli.

Il programma è stato presentato nel corso della conferenza stampa a cui ha preso parte il presidente Marco Fanfani che ha sottolineato il forte legame del Teatro Stabile con il Lido delle Rose che dura oramai da 35 anni e che conferma Roseto tra i Comuni fondatori dell’associazione teatrale abruzzese e molisana.
«Siamo lieti di confermare l’appuntamento con il teatro – ha detto l’assessore alla Cultura Maristella Urbini – perché la nostra città garantisce sempre una presenza forte agli spettacoli.
Da domani parte la campagna abbonamenti presso l’ufficio cultura e ci auguriamo che anche in questa occasione le richieste siano consistenti».
Nel ringraziare il presidente dell’Atam, il sindaco Enio Pavone ha detto: «anche se viviamo un momento di forte difficoltà non possiamo abbandonare la cultura perché questa rappresenta un valido strumento di crescita e uno spazio irrinunciabile per una società che vuole guardare con fiducia verso il futuro».
La stagione prende il via con due testi contemporanei, il 6 dicembre 2012 “Ricordar cantando canzoni e canzonette” di Piero Casanelli e Carlo Latini. Il 19 dicembre “Le Beatici” di Stefano Benni.
Si riparte dopo la pausa natalizia, il 17 gennaio 2013, con “Il diario di Mariapia” scritto e diretto da Fausto Paravidino.
Ci riporta alla tragedia classica lo spettacolo “Antigone ovvero una strategia del rito di Sofocle” il 24 gennaio 2013. un testo scritto da Elena Bucci a Marco Sgrosso che firmano anche la regia.
Il 7 febbraio è la volta di Don Giovanni di Moliere per la regia di Antonio Zavatteri. Divertimento assicurato anche in occasione della rappresentazione del 26 febbraio “Vengo a prenderti stasera” tratto da “La morte dei comici” di Lorenzo Beccati e Valevo Peretti Cucchi.
Il 14 marzo è la volta di Questo bimbo a chi lo do, commedia ispirata al tema dell’utero in affitto, scritta e diretta da Eduardo Tartaglia. Si chiude la prima parte della stagione con una commedia di Edoardo De Filippo “L’arte della commedia” diretta da Michele Sinfisi. Gli spettacoli si terranno al Teatro Odeon a partire dalle ore 21.00.
La seconda parte della stagione presenta quattro appuntamenti prodotti da compagnie abruzzesi all’interno del progetto Panorami di letteratura teatrale Europea. Gli spettacoli con ad ingresso gratuito per gli abbonati alla stagione di Prosa e si terranno nel salone grande della Villa Comunale con due rappresentazioni, una alle 18.00 e una alle 21.00.
Si parte il 17 febbraio con “Il Malato immaginario” di Molier per la regia di Stefano Angelucci Marino. L’allestimento è del Teatro del Sangro e del Teatro Stabile d’Abruzzo.
Il 23 marzo è la volta di “La vita è un sogno” di Pedro Calderon de la Barca per la regia di Milo Vallone. L’allestimento è curato dal Cantiere Teatrale Adriatico.
Il 14 aprile va in scena “ Il caso di Dorian Gray” di Giuseppe Manfridi. Regia di Pino Micol, allestimento del Teatro Zeta.
È ancora da definire la data dello spettacolo “Aspettando Godot” di Beckett. Regia di Elena Sardella, allestimento dell’associazione Spettacoli associati.