ESTATE ABRUZZESE

Parte la rassegna cinematografica Tagliacozzoinfilm

Una serie di film a partire dal 31 luglio fino al 20 agosto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1911

Parte la rassegna cinematografica Tagliacozzoinfilm
TAGLIACOZZO. Dal 31 luglio al 20 agosto si terrà a Tagliacozzo la rassegna cinematografica Tagliacozzoinfilm nell’ambito della storica manifestazione “Festival Internazionale di Mezza Estate” .

Una serie di appuntamenti all’insegna del cinema animeranno la cittadina abruzzese. I temi della rassegna saranno la solitudine e la partecipazione.
Si parte con la rassegna serale nella piazzetta Tre Molini, alle ore 21. 15,Tagliacozzoimagnificisette
che proporrà il film Melancholia ( il I° agosto), Cesare deve morire (il 4 agosto). Seguiti da
Diaz (16 agosto) di Daniele Vicari e da Una separazione (2 agosto) di Asghar Farhadi e da Quasi Amici (il 15 agosto).
Per la sezione pomeridiana Tagliacozzofilmcollaterali dalle ore 18.00 del pomeriggio sono previste proiezioni video ed incontri che approfondiranno, da altri punti di vista, i temi della rassegna, nella suggestiva cornice del Palazzo Ducale. Verrà presentato il viaggio nel “dopo terremoto” de L’Aquila e ancora 1001 Irans ( il 2 agosto) della regista di Teheran Firouzeh Khosrovani che racconterà il suo paese nello sguardo degli altri; Bakroman (l’11 agosto), storia del desiderio di riscatto di bambini di strada in Africa.
Non mancheranno appuntamenti misti tra cinema, scienza, scrittura come Aspettando Melancholia (il 31 luglio), l’appuntamento in piazza dell’Obelisco sul tema della “Democrazia al cinema”, oggetto di riflessione del libro di Giovanni Rizzoni (5 agosto); l’incontro Dentro e fuori #OccupyWallStreet che tratterà le forme di partecipazione contemporanea tra nuovi media e cinema (13 luglio) al quale seguirà la proiezione dello storico film di Gillo Pontecorvo, Leone d’Oro a Venezia nel ‘66, “La battaglia di Algeri”.

Infine ci sarà la mostra “L’attimo neorealista”: fotogrammi 1941-1952 a Palazzo Ducale in collaborazione con il centro sperimentale di cinematografia. A chiudere la rassegna sarà l’opera di Giuseppe De Santis del 1949 Riso Amaro, con Silvana Mangano e Vittorio Gassman.