SOLIDARIETA'

I Diesis in condotta in concerto per la terapia pediatrica d'urgenza di Pescara

Continua la marcia di solidarietà della onlus “Due Ali per Pescara”

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1359

I Diesis in condotta in concerto per la terapia pediatrica d'urgenza di Pescara
PESCARA. «Siamo fieri di poter dire che a Pescara c'è un servizio di pediatria d'urgenza che funziona al 1000 per cento».

Con queste parole Aldo Di Cosmo, presidente dell'associazione “Due Ali per Pescara” ha espresso tutta la sua soddisfazione per il lavoro del professor Giuliano Lombardi e della equipe del reparto di pediatria dell'ospedale Santo Spirito di Pescara. Sono ormai 3 anni che il reparto del nosocomio pescarese gode del sostegno della onlus, da sempre sensibile alle problematiche dei più piccoli.
Grazie alle raccolte fondi organizzate da “Due Ali per Pescara”, l'ospedale di Pescara può vantarsi del servizio di terapia d'urgenza pediatrica, che permette ai pazienti più piccoli, che necessitano di cure immediate, di saltare la fila del pronto soccorso e di avvalersi dell'intervento dei medici e degli infermieri di Pediatria. La onlus riesce ormai a pagare gli stipendi di un medico e di un infermiere di questo reparto.
«Sono grato – ha dichiarato il primario Giuliano Lombardi – del sostegno che il dottor Di Cosmo e la sua associazione riservano alla nostra realtà ormai da anni. Quando un bambino arriva in ospedale, a prescindere dalla gravità della sua situazione, per le famiglie è sempre un'emergenza. Nella nostra regione non sono mai stati attivati e previsti pronto soccorsi pediatrici. Permettere quindi ai piccoli di avere una corsia preferenziale è di grande importanza. Questa nuova raccolta fondi a nostro favore, promossa da “Due Ali per Pescara” - ha concluso il primario – rappresenta una manifestazione di affetto e di generosità incredibile che ci consente di respirare, soprattutto in periodo di crisi».
Parola infine al direttore sanitario aziendale Fernando Guarino. «Le risorse a favore della sanità sono sempre meno. E' chiaro, quindi, che il personale sanitario deve essere di elevata qualità. Il reparto di pediatria di questo ospedale gode senz'altro di elevate professionalità, basti pensare che è uno dei pochi centri dove si eseguono le endoscopie gastriche pediatriche. Il mio ringraziamento – ha concluso – va quindi agli operatori e all'associazione “Due Ali per Pescara” che con il suo appoggio favorisce la qualità dei nostri servizi».

Il presidente Di Cosmo ha poi ricordato gli eventi che caratterizzeranno la serata di beneficenza che si terrà questa sera. Sul palco dell'Aurum, in piazzale Michelucci, a partire dalle 21 si esibiranno i “Diesis in condotta”, gruppo musicale nato nel gennaio 2012 a Pescara attorno a un nucleo di tre amici che suonano insieme da tempo: Massimo De Cesare (chitarra), Giuseppe Renzetti (basso) e Fabrizio Santamaita (batteria). Ad essi si uniscono Alessandro Di Fabio (tastiere e voce), Barbara Pozzoli (voce) e, qualche settimana più tardi, Francesco Rigon (chitarra, co-autore della colonna sonora del film “Scialla” per la quale ha ricevuto nomination di David di Donatello e ai Nastri d’Argento). Ad affiancarli il cantautore Tony Nevoso, dall'Hope Music School, la scuola per cantautori diretta dalla Cei, che l'anno scorso cantò la sua canzone “Non c’è fallimento” a Madrid per la Giornata Mondiale della Gioventù in occasione dell’incontro del Papa Benedetto XVI davanti ad un milione e mezzo di giovani provenienti da tutto il mondo. Ultime ma non ultime, le attrici professioniste Rossella Micolitti e Antonella De Collibus, della compagnia teatrale “La Favola Bella”, attualmente impegnate in un progetto teatrale per i ragazzi e per la famiglia in un tour di performance letterarie scritte e dirette da Dacia Maraini.

I biglietti saranno acquistabili ai botteghini dell'Aurum, al costo di 10 euro. «Con i fondi raccolti – ha spiegato ancora il presidente Di Cosmo – finanzieremo ancora il servizio di pediatria d'urgenza pediatrica e daremo un contributo a “La Casa di Cristina”, associazione di mamme con figli affetti da gravissime disabilità».