Cineramnia 3d, a Teramo un cantiere di idee e proposte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2321

TERAMO. Per la sesta edizione “Cineramnia” si trasforma in un vero e proprio cantiere in cui confluiscono idee, collaborazioni e nuove proposte.
Nasce così “Al Parko, festival di arti e culture”, che punta innanzitutto a riqualificare uno spazio urbano, sito a ridosso del centro storico, attualmente non utilizzato per le sue reali potenzialità, valorizzandolo e trasformandolo in uno spazio realmente vissuto. Cinema, danza, sport, arte contemporanea si fondono quindi in un grande messaggio rivolto a tutti i cittadini e alla riconsiderazione di luoghi in grado di svolgere una funzione di volano per la crescita del nostro tessuto socio-culturale.
Ma quest'anno Cineramnia sarà anche il primo Festival dedicato al 3D, l'unico in Italia. Il tradizionale “si gira”, peculiarità della nostra manifestazione, verrà dunque realizzato in 3D per la regia di un nascente talento del nostro cinema, Laura Bispuri, vincitrice del David di Donatello per il miglior cortometraggio. Ma anche film nuovi o poco visti, curiosità scientifiche, seminari ed incontri interamente dedicati alla tecnologia stereoscopica. Anche in questo caso c'è una forte sinergia con grandi realtà nazionali, la NUCT, Scuola Internazionale di Cinema e Televisione, tra la più prestigiose realtà formative di alta specializzazione nel settore cinematografico, e AV Magazine, rivista online di punta nel settore dell'audiovisivo.
Il Cineforum quest'anno ha anche deciso di “festeggiare” il successo dell'Uomo fiammifero, che ha ottenuto riconoscimenti ovunque arrivando, da vero outsider, nel tempio del cinema italiano, alla cerimonia finale del David di Donatello con ben - unico esordiente - due candidature, ma anche in tantissimi festival e, nonostante le difficoltà, in tante sale di tutta Italia, grazie alla felice formula della Social Distribution. Insomma un piccolo grande miracolo nostrano, che ci ha spinto a ricercare altri casi, altri esordi di qualità e a metterli insieme in un concorso: Buona la prima! Ci saranno due giurie, una di critici ed esperti, l'altra di ragazzi, che valuteranno i migliori film in 3D e il miglior esordio italiano.
Ingresso per le proiezioni di film in 3D: 6 euro; tutti gli altri spettacoli sono gratuiti
LA NUOVA FORMULA
Come sempre la città verrà trasformata in un set durante le due settimane della manifestazione, ma verrà realizzato un unico cortometraggio, dal 16 al 18 luglio.
La regista Laura Bispuri (vincitrice del David di Donatello), naturalmente si servirà degli attori scelti durante i provini.
La grande novità è che il corto verrà girato in 3D e sarà anche il fulcro di numerose attività formative sul tema del digitale.
Il corto sarà proiettato a chiusura della manifestazione. Tutti i film che verranno proiettati nel corso della manifestazione saranno trasmessi in contemporanea in diverse sale italiane dedicate al 3D, tra cui anche il Movieplex dell'Aquila.
LA LOCATION
Quest'anno molta parte della manifestazione si svolgerà al Parco del Vezzola, vero polmone verde della città, da valorizzare e riscoprire. Grazie alla manifestazione “Al Parko”, che racchiude ben 4 eventi (Cineramnia 3D, Spray can art, Festival Interferenze e Settimana dell'arrampicata) si potrà assistere e prendere parte ogni giorno ad iniziative diverse, tutte all'aperto, tutte da scoprire. Da non perdere le proiezioni serali dei film in 3D e gli interessanti incontri con i giovani protagonisti del cinema italiano.
I FILM IN CONCORSO
“18 anni dopo” di Edoardo Leo;
“Alma”, di Massimo Volponi;
“Una notte blu cobalto” di Daniele Gangemi;
“Due vite per caso” di Alessandro Aronadio;
“Sono viva” di Dino e Filippo Gentili.
Tutti i registi interverranno al termine della proiezione del loro film, dando vita ad interessanti incontri-dibattito.
Le opere in 3 D verranno giudicate dai ragazzi della scuola media Savini e del Liceo Classico che decreteranno il film vincitore.
Una giuria tecnica, composta da Gabriele Niola, Presidente della giuria, Robert Bernocchi (Badtaste.it), Roberto Rosa (Sentieri Selvaggi), Emidio Frattaroli (Avmagazine.it) valuterà sia le opere in 3D che gli esordi italiani.

15/07/2010 8.49