Oltre 7 mila euro allo Stabile d'Abruzzo: «risultato ottimo dopo sisma»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8478



L'AQUILA. 10 spettacoli in cartellone, 7.088 spettatori, 70.309 euro di incassi, un risultato che ha superato ogni aspettativa, per una città devastata dal sisma quelli della stagione teatrale aquilana 2009/2010.
Soddisfatti del risultato il presidente del Teatro Stabile d'Abruzzo, l'assessore regionale alla Cultura, Mauro Di Dalmazio, che hanno sottolineato come il riscontro di pubblico sia la testimonianza più eclatante dell'entusiasmo e della voglia della comunità aquilana di partecipare alla vita culturale che rappresenta certamente uno degli strumenti più importanti per la coesione sociale e per il recupero del profilo identitario della città.
«Nemmeno per un attimo- ha aggiunto il presidente- , nemmeno dinanzi alle intuibili e immani difficoltà organizzative dopo il sisma, abbiamo pensato di saltare la stagione proprio per il rilievo sostanziale e simbolico che essa assumeva. Per il futuro- ha aggiunto- tre saranno le direttrici sulle quali lavorare: recuperare strutture definitive per gli spettacoli, presentare una stagione di prosa ancor piu di prestigio e dare al TSA quella dimensione regionale che necessariamente deve avere. In tal senso, nei prossimi giorni presenteremo il “Progetto Abruzzo”al quale stiamo lavorando insieme a alle province. Come Presidente dell'Ente e come Assessore Regionale voglio ringraziare- ha concluso- la struttura del TSA per la qualità dell'attività svolta e per l'impegno profuso in condizioni oggettive di grande difficoltà».
Grande soddisfazione è stata espressa anche da Enzo Gentile, direttore dell'Atam che ha interpretato i dati della Stagione come uno sprone per andare avanti con il lavoro teatrale: «Voglio comunicare già oggi l'avvio del progetto di riqualificazione della Multisala Garden, i lavori partiranno a breve e lì sarà possibile programmare, credo, il prossimo cartellone e tutte le attività di promozione e formazione legate allo spettacolo dal vivo».

25/05/2010 12.29