Dall'Abruzzo i primi musicisti italiani a suonare alla Canergie Hall di New York

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4511


ABRUZZO. Tre musicisti abruzzesi si esibiranno per la prima volta in concerto a New York, alla Carnegie Hall, il tempio della musica mondiale.
Si tratta di Marco Renzi (compositore, arrangiatore, direttore d'orchestra), Bepi D'Amato (clarinetto) e Mauro De Federicis (chitarra) che saranno nella "grande mela" il 30 maggio.
Marco Renzi e' il fondatore e direttore stabile della Italian Big Band, della quale Bepi D'Amato e Mauro De Federicis sono sempre stati i solisti principali.
Renzi e D'Amato hanno portato nel mondo le piu' belle melodie italiane di ogni tempo, arrangiate da Renzi in stile americano per l'organico della big band.
I due musicisti sono stati protagonisti di numerosi concerti in Germania, Emirati Arabi Uniti, Romania, Grecia, Brasile, Taiwan, Stati Uniti, spesso con ospiti del calibro di Dee Dee Bridgewater o Jon Faddis, e hanno tenuto masterclasses in varie universita' statali e private in Germania (University of Mannheim) e Stati Uniti.
De Federicis, chitarrista di grande esperienza internazionale, vanta la collaborazione con Milva. Fino ad oggi nessun musicista italiano era riuscito a suonare nella mitica sala da concerti di New York.
Proprio con la Western Illinois University Orchestra, Marco Renzi e Bepi D'Amato si esibiranno domenica prossima 30 Maggio 2010 a New York, in una delle sale da concerto più importanti ed ambite del mondo, accompagnati per la grande occasione anche da Mauro De Federicis.
Come è noto, pochi grandissimi musicisti classici italiani hanno avuto il privilegio di dirigere o suonare alla Carnegie Hall, ma nessun musicista italiano era ancora riuscito a dire (suonare) la sua in Jazz nella mitica sala da concerti di New York; ebbene, i primi italiani a suonare Jazz alla Carnegie Hall saranno Marco Renzi, Bepi D'Amato e Mauro De Federicis, naturalmente con l'approvazione del Direttore Artistico (del settore Jazz), un certo signor Wynton Marsalis.

24/05/2010 13.51