Lo spettacolo ''Dov'è la mia città'' martedì a Pizzoli

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8843


PIZZOLI. Si svolgerà al Palazzetto dello Sport di Pizzoli, martedì 27 aprile, la giornata conclusiva di un importante progetto che ha coinvolto le Scuole Secondarie di I grado: “Dante Alighieri” di L'Aquila e “Brunone Moneta” di Marsciano (PG): Dov'è la mia città? “Ricostruiamoci insieme” (musica, teatro ed immagini in 4 quadri).
Il progetto prende spunto dall'operina di Paul Hindemith dal titolo “Wir bauen eine Stadt” (Costruiamo insieme una città) e cerca di affrontare, attraverso la musica, il teatro e le immagini, la tematica della ricostruzione della città dell'Aquila, non riferita solamente alle strutture edilizie, ma anche all'anima dei suoi abitanti.
L'iniziativa è partita dall'incontro tra le Sezioni ad Indirizzo Musicale delle Scuole Medie “Brunone Moneta”di Marsciano (Perugia) e la “Dante Alighieri” di L'Aquila. Il lavoro è stato quello di realizzare uno spettacolo teatrale/musicale che è stato già effettuato nella sede umbra ed ora in Abruzzo, pensato e scritto dai docenti ed interpretato interamente dai ragazzi. Il progetto ha avuto il plauso del MIUR e il patrocinio dei rispettivi Comuni.
I protagonisti dunque sono l'Orchestra, il Coro e le Voci Recitanti delle Scuole stesse e coinvolgono oltre 150 studenti.
Le musiche originali sono di Maurizio Fischione e Francesco Seri che si occupano anche della direzione orchestrale. I testi originali sono di M. Gabriella Busilacchi (che firma la regia assieme a Cinzia Ragni), Elena Chiodi (cui è affidata anche direzione del coro) e Adele Iannessa ma non mancano anche testi di Gabriele D'Annunzio, Ignazio Silone, Natalia Ginzburg e pensieri scritti dagli stessi studenti.
Il coordinamento musicale è stato affidato ad Antonio Pro e Giovanni Brugnami.
Così, martedì 27 aprile, alle ore 11 si svolgerà lo spettacolo per le scuole cui hanno aderito circa 400 studenti provenienti da numerosi istituti del circondario e dell'aquilano, sia medie inferiori che superiori.
Alle ore 18 ci sarà lo spettacolo per il pubblico adulto, ad ingresso gratuito.
27/04/2010 8.02