Dopo Italia's got talent la Mo' Better Band torna a Roseto in concerto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6520



ROSETO. La "Mo' Better Band" è una "marching band" composta da 16 musicisti abruzzesi (13 fiati e 3 percussioni) di età compresa dai 20 ai 32 anni, nata nell'estate del 2003. Il nome della formazione è ispirato a "Mo' Better Blues", splendido brano jazz eseguito dal Brandford Marsalis Quartet nel film di Spike Lee del 1990.

Lunedì sera la band ha partecipato al programma televisivo "Italia's got talent", in onda su Canale 5, condotto da Simone Annichiarico (figlio del popolarissimo Walter Chiari) e da Geppy Cucciari e con in giuria Rudy Zerbi, Maria De Filippi e Gerry Scotti.
La "Mo' Better Band" ha proposto un pezzo originale, intitolato "One Fire", entusiasmando la giuria, che li ha promossi a pieni voti, riconvocandoli nuovamente in TV.

Particolarmente impressionato dall'esibizione della band è stato Gerry Scotti - popolarissimo conduttore televisivo ed ex DJ - che dopo aver chiesto la felpa gialla della "Mo' Better Band" li ha definiti una delle cose più fresche ed originali da lui mai sentite.

Dunque la band sarà di nuovo impegnata sugli schermi di Canale 5, per giocarsi fino in fondo la possibilità di farsi apprezzare e conoscere dal grande pubblico.
Il "palco" principale della "Mo' Better Band" è la strada ed è proprio sulla strada che i 16 musicisti abruzzesi hanno fatto divertire e ballare migliaia di persone nel corso delle loro tourné degli scorsi anni, sia in Italia sia in Europa, avendo suonato in Ungheria.

Roseto degli Abruzzi è legata alla "Mo' Better Band", visto che la formazione si è esibita già alcune volte sul territorio rosetano e che suonerà ancora domenica 16 maggio 2010, in Piazza della Repubblica, dalle ore 21.00, in un concerto a ingresso gratuito offerto dall'Amministrazione Comunale.

Molto contento del successo riscosso a Canale 5 e sensibile al legame con Roseto degli Abruzzi il band leader Fabrizio Leonetti, originario di Notaresco, che ha dichiarato: «E' con immenso piacere che il 16 maggio torneremo a suonare nella ‘nostra' Roseto degli Abruzzi. Dico ‘nostra' perché Roseto degli Abruzzi è la terra d'origine di 3 dei 16 musicisti e poi perché la città è stata fra le prime a credere in noi, dandoci la possibilità di esibirci in momenti davvero belli come i mercatini di Natale, la Notte Bianca di 2 anni fa e l'inaugurazione della nuova Piazza della Libertà e delle vie interne pedonali dove suonammo. Sono quindi contento di invitare tutti i rosetani a fare festa con noi il prossimo 16 maggio 2010».

Riguardo la partecipazione al programma TV su Canale 5, Fabrizio Leonetti ha dichiarato: «Mi farebbe piacere se la pubblicità che questo evento ci sta dando provocasse sul nostro territorio due effetti ai quali io personalmente tengo molto. Il primo effetto è che i giovani e i giovanissimi della nostra provincia possano riscoprire la bellezza degli strumenti a fiato, possano scoprire che il loro uso non è limitato solo alla tradizionale banda di paese e che con essi ci si può divertire davvero tanto. Per cui spero che torni di moda lo studio di questi strumenti, che ultimamente stanno cedendo sempre più il passo a strumenti considerati più ‘cool' come ad esempio la chitarra. Il secondo effetto che mi piacerebbe arrivasse è il messaggio che se si studia, si lavora seriamente e con passione, il fatto di essere nati in provincia non è sempre un limite, come sento spesso dire, ma può essere anzi uno sprone, consentendo di arrivare anche su ribalte nazionali».

In merito, l'assessore allo Sport del Comune di Roseto degli Abruzzi, Ferdinando Perletta, ha detto di essere «molto contento per il risultato avuto dai ragazzi della ‘Mo' Better Band', che sono umili, coinvolgenti e che non smettono di studiare. Li chiamammo qualche anno fa ed avemmo modo di verificare la loro forza e la loro bravura nel coinvolgere la gente anche nel bel mezzo di una piazza e senza un palco. Spero che la loro carriera continui con soddisfazione».

Iil sindaco di Roseto degli Abruzzi, Franco Di Bonaventura, ne, invece che dopo Gianluca Ginoble, altri tre artisti rosetani – insieme ad altri 13 compagni – si fanno onore in una ribalta artistica nazionale. «Mi congratulo con tutti loro e con Fabrizio Leonetti per le belle parole spese a favore dello studio e della tenacia. Sarà un piacere, per Roseto tutta, accoglierli domenica 16 maggio 2010, in Piazza della Repubblica, quando torneranno a suonare, festeggiando con tutta la città il 150° anniversario della fondazione».

21/04/2010 7.44