Viaggio tra i terremotati, partono le riprese di "The wounded brick"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

10208

Viaggio tra i terremotati, partono le riprese di "The wounded brick"
L'AQUILA. Cominceranno il 26 dicembre 2009 a L'Aquila le riprese del film documentario “The wounded brick”, realizzato dai registi Sue-Alice Okukubo ed Eduard Zorzenoni per la casa di produzione Mediart01/FilmProjectStudio di Vienna e con la fattiva collaborazione del MusAA – MuseoArchitetturaArte diretto dall'architetto Paola Ardizzola e con sede a San Benedetto in Perillis.
Le riprese, previste fino al prossimo 10 gennaio 2010, si concentreranno nell'area del cratere colpito dal recente terremoto, dando voce ad alcuni terremotati che stanno vivendo il disagio, il provvisorio, insieme alla forza e alla speranza di tornare ad una vita pressochè normale.
Le riprese girate nell'aquilano andranno a far parte di un più ampio progetto che il film documentario “The wounded brick” contempla.
Infatti il concetto, che meglio decodificato indica l'atto di prendere dimora o vivere in modo permanente in un luogo, verrà indagato secondo diverse accezioni: come bisogno esistenziale dell'uomo, come un'importante parte dell'espressione umana dell'individuo, come uno dei più forti simboli della reciproca influenza di aspetti sociali, culturali, storici ed economici.
Parte del film focalizzerà l'attenzione sulla gente dell'Aquila, che ha sperimentato in uno dei modi più dolorosi cosa significhi perdere la propria casa, e con essa buona parte della propria vita personale, della propria identità e del ruolo nella società.
Il film non riguarderà solo le storie individuali, memorie e pensieri personali, ma anche il modo in cui un terremoto possa potenzialmente distruggere la memoria collettiva del patrimonio culturale, storico e sociale di un luogo.
Verranno anche messi in luce gli aspetti positivi e le sfide future che la gente dell'Aquila sta raccogliendo.
Il film mostrerà poi il punto di vista di famosi architetti, sociologi, antropologi, filosofi di tutta Europa e, una volta terminato, verrà presentato in diversi Film Festival europei.
23/12/09 16.18