Di Tonno e orchestra sinfonica abruzzese per il ritorno del Teatro comunale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6083

Di Tonno e orchestra sinfonica abruzzese per il ritorno del Teatro comunale

L'AQUILA. Il terremoto non lo ha ferito. Il Ridotto del Teatro Comunale torna alla città e agli aquilani.
Dopo un sapiente lavoro di ristrutturazione iniziato prima del sisma del 6 aprile a cura della Società Servizi Integrati con la direzione dell'architetto Giuseppe Santoro e l'intervento finanziario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la struttura sarà inaugurata lunedì 14 dicembre alle ore 17,30 con un concerto dell'Orchestra Sinfonica Abruzzese.
Un gioiello di modernità e tecnologia oggi prezioso più che mai visto che tutte le altre strutture storiche cittadine per lo spettacolo sono inagibili.
Il Ridotto sarà la sede dell'Istituzione Sinfonica Abruzzese che ha avuto un ruolo determinante nel reperimento dei fondi necessari alla ristrutturazione dell'intero immobile.
Dopo oltre 35 anni di attività, l'Orchestra regionale avrà finalmente una sede. Certamente la struttura sarà aperta a tutti gli enti culturali cittadini compatibilmente con il calendario degli impegni dell'Isa.
Il concerto del 14 dicembre assume diversi significati. Da un lato segnerà il rientro in città dell'Orchestra regionale fino a ieri ospite nel teatro Marrucino offerto immediatamente dopo il terremoto, dall'altro l'abbraccio dell'orchestra con il suo pubblico nel tentativo di ricostruire, anche e soprattutto attraverso la cultura, un tessuto sociale pericolosamente a rischio sfaldamento. Infine non si interromperà la tradizione che vede l'Orchestra in prima linea nell'impegno sociale e solidaristico. Infatti il concerto sarà dedicato all'associazione “L'Aquila per la Vita” impegnata nell'assistenza domiciliare oncologica.
Il programma musicale partirà da una fantasia di musiche da film (L. Bcacalov, Il Postino; Nino Rota, Suite da La strada, Casanova, La bambola meccanica, Otto e mezzo, Il padrino) per poi proseguire con Le canzoni di Giò Di Tonno (Ogni cosa, Your song, Colpo di fulmine, Bella), passare per un Tribute to Astor Piazzola e concludersi con le tradizionali canzoni di Natale (White Christmas, Happy Christmas, Silent Night, Last Christmas) arrangiate dal compositore aquilano Stefano Fonzi.
Direttore d'orchestra sarà Francesco Lanzillotta. Musicista romano, Lanzillotta compie gli studi musicali presso il Conservatorio di Santa Cecilia, diplomandosi in composizione con il Maestro Pelosi con il massimo dei voti e la lode e in direzione d'orchestra con Bruno Aprea. Si perfeziona a New York, Madrid e all'Accademia Chigiana di Siena. Primo premio nel 2005 al prestigioso concorso "Valentino Bucchi" ed al concorso “Nino Rota”, premio “Fontane di Roma” nel 2008, è l'unico italiano finalista al concorso di direzione d'orchestra “Gustav Mahler”, la cui finale si svolgerà a fine febbraio 2010 a Bamberg in Germania. Francesco Lanzillotta si dedica sia al repertorio classico che a quello contemporaneo, avendo eseguito numerose composizioni dei più importanti autori del nostro secolo.
Il percorso per giungere al Ridotto prevede l'ingresso pedonale da Via Zara, proseguendo per Via Veneto.

10/12/2009 11.44