Alla Géode di Parigi, anteprima mondiale di VolaVola

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8117



ABRUZZO. VolaVola il lungometraggio girato dal pescarese Berardo Carboni nel mondo virtuale di Second Life, verrà presentato in anteprima mondiale il 2 novembre 2009 a Parigi, alla Géode, nel Parc de la Villette.
All'evento, momento centrale del festival Atopic diretto da Margherita Balzarani, parteciperà Frédéric Mitterrand, ministro della Cultura e della Comunicazione.
Per l'anteprima è stata scelta una struttura molto particolare e avveniristica: la gigantesca cupola della Géode, che vanta un cinema da 400 posti con uno schermo emisferico di 1000 metri quadri di superficie e 26 metri di diametro.
VolaVola – prodotto e sponsorizzato da Mork & Berry, Jerry Katell, e dagli imprenditori abruzzesi Arnaldo Guido (Musicaitaliana.com), Isabella Arnaud, Alessandro Di Carlo (Mediterranea), Roberto D'eramo, Fioravante Allegrino (Sogeda) e Marco D'Agostino – è un film innovativo: infatti per la prima volta è stata utilizzata la tecnica del machinima per realizzare un lungometraggio con impianto narrativo tradizionale.
Con VolaVola Berardo Carboni ha dimostrato che con questa tecnica si può raccontare qualsiasi tipo di storia, sfuggendo alle maglie delle narrazioni incentrate sulle stranezze e sulle bizzarrie dei mondi virtuali.
Durante la conferenza stampa sarà annunciata la produzione del film con attori reali e medesima sceneggiatura, infatti questo lungometraggio d'animazione fa parte dell'opera cinematografica definitiva.
Vola Vola animato è quindi anche lo storyboard del film girato nel mondo reale che sarà coprodotto – oltre che dai creatori del lungometraggio d'animazione – da Cinesicilia e Isabella Arnaud.
La produzione esecutiva sara' affidata alla Movieside, società siciliana.

«UNA BRECCIA NEL MONDO DELL'ANIMAZIONE»

La trama di VolaVola è quella di un film classico. Il regista, pur tenendo conto delle peculiarità di Second Life e del machinima, è riuscito a esprimere pienamente il suo stile, senza sacrificare alla tecnologia i valori drammatici ed emozionali che contraddistinguono il suo lavoro.
Vola Vola è stato realizzato da una crew internazionale, ha beneficiato dell'apporto di competenze tecniche specifiche di alcuni dei maggiori esperti delle tecnologie applicate al machinima, i quali hanno lavorato per mesi a stretto contatto nel mondo virtuale ma dislocati in diversi continenti nella realtà fisica.
Come spiega Berardo Carboni, il regista di VolaVola, «con questo film si apre una breccia nel mondo dell'animazione. Si inaugura una nuova strada, un nuovo genere, che non è cinema dal vero ma neanche animazione, è una sorta di teatro di burattini virtuale in un contesto interattivo il cui stage, grazie alla Rete, è il mondo intero. Il fatto che personaggi e scene sono preesistenti e reperibili nel web riduce enormemente i costi di lavorazione.
Questo tipo di cinema è destinato ad avere successo anche per questo, perché è interattivo ed è economico».
Il film, che dura 90 minuti, è costato 130.000 euro, budget sicuramente molto inferiore rispetto a quello destinato alla realizzazione di un film d'animazione tradizionale, che può impegnare fino a molti milioni di euro.
Protagonisti di VolaVola sono degli avatar, ovvero dei personaggi virtuali che esistono solo in Second Life, a eccezione di Ugo, il cui avatar è stato attoreggiato a immagine dell'attore Alessandro Haber .
Tra gli attori virtuali, ci sono anche avatar già noti all'universo sintetico come Aimee Weber – doppiata da Sabrina Impacciatore – una delle più famose creatrici di contenuti del mondo virtuale di Second Life, che partecipa al film recitando se stessa.

IL REGISTA

Berardo Carboni, nato a Pescara nel 1975, ha realizzato cortometraggi e documentari come Roma, in quel niente, che vede la partecipazione tra gli altri dell'ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi; dal 2000 collabora con Lara Favaretto alla realizzazione di video per il circuito dell'arte.
Sempre con Favaretto, nel 2003 ha completato la lavorazione de tv-movie Buco nell'acqua, una docu-fiction girata a Cuba, interpretata da Sandra Milo e prodotta da Kublakhan per Mediatrade.
Dal 2004 al 2007 realizza l'operazione-film Shooting Silvio.
Shooting Silvio, prodotto e distribuito al cinema da Cinedance anche grazie ad una sottoscrizione popolare, selezionato in importanti festival internazionali - Festa del Cinema di Roma, Annecy Cinema Italien, Molodist Film Festival di Kiev, Tiburon Film Festival, premio miglior regia Gallio Film Festival, è stato acquistato da Sky Cinema e dalla 20th Century Fox per la distribuzione homevideo.



27/10/2009 12.24