Pescara. Parte oggi fino al 2 agosto "il Fiume e la Memoria"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

11350



PESCARA. Parte oggi, fino al 2 agosto, l'undicesima edizione de “il Fiume e la Memoria”, iniziativa culturale ideata e diretta dall'attore Milo Vallone. Dopo cinque anni nel quale la manifestazione si è svolta in settembre, Fiume e la Memoria torna nella sua originale collocazione nella stagione estiva.
Il programma prevede quattro spettacoli e una mostra fotografica dal titolo “l'altra metà del fiume”. Obiettivo della kermesse teatrale, fanno sapere gli autori, è la valorizzazione degli artisti locali.
Questa sera l'appuntamento, al Parco della Pace, è con “Pene d'amor perdute” di William Shakespeare, prodotto dal festival con gli attori del Cantiere Teatrale.
Domani, al cortile di casa D'Annunzio, sarà la volta di “Gabriele D'Annunzio: poeta in pubblico, artista nella vita”, recital diretto ed interpretato da Milo Vallone con la partecipazione di Serena Magazzeni ed incentrato sulla vita del poeta pescarese.
Sabato uno agosto appuntamento a Largo dei Frentani col Teatro Stabile Abruzzese, con la direzione artistica di Alessandro Gassman, che metterà in scena “Uscita di sicurezza” dal romanzo di Ignazio Abate.
Conclusione della manifestazione il giorno successivo con Favolonia, spettacolo di Teatro Ragazzi, a Piazza Garibaldi.
L'undicesima edizione de “il Fiume e la Memoria” vedrà la partecipazione di 31 artisti abruzzesi ed è patrocinato dall'assessorato alla cultura del comune di Pescara. L'ingresso è libero.
«Siamo sempre in attesa» – commenta l'attore Milo Vallone – «che le sorti finanziarie della cultura a Pescara si risollevino quanto prima. Soffriamo ancora di budget non adeguati all'offerta culturale che questa città merita. Già però il fatto di chiederci di ricollocare la manifestazione in estate rappresenta un passo in avanti importante».
30/07/2009 9.26