Il Quintetto di ottoni dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia ad Onna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4724



L'AQUILA. Dopo il concerto dell'Orchestra Mozart con Claudio Abbado di sabato scorso, prosegue l'attività della Società Aquilana dei Concerti “B.Barattelli” che accoglie la disponibilità del Quintetto di Ottoni dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ad offrire la propria esibizione per le popolazioni colpite dal sisma.
L'appuntamento è per sabato 20 giugno alla tendopoli di Onna alle ore 18 e a Poggio Picenze alle ore 21.
Questa è la formazione: Andrea Lucchi (tromba), Ermanno Ottaviani, (tromba), Luca Agus (corno), Basilio Sanfilippo (trombone) e Maurizo Persia (trombone basso), tutti professori della prestigiosa Orchestra Nazionale di Santa Cecilia.
Il repertorio del gruppo comprende composizioni scritte o arrangiate per tale formazione proponendo un entusiasmante viaggio attraverso stili ed epoche diverse con un denominatore comune: la grande spettacolarità ed immediatezza dei brani eseguiti. “Dal Rinascimento al Jazz” è il titolo che il gruppo ha voluto dare al programma di questi concerti: dalla celebre Fuga di Bach, fino ai temi della Carmen di Bizet, a melodie tradizionali del Musical, per passare a brani sospesi tra Jazz e Blues, musica accattivante per tutti i gusti e per tutte le età.
Questi appuntamenti, in collaborazione con tutte le forze in servizio e volontarie delle rispettive tendopoli, sono solo l'inizio di una attività che la Società Aquilana dei Concerti ha programmato all'interno delle tendopoli nel periodo estivo.
L'ingresso ai concerti è libero e aperto a tutto il pubblico, non solo agli ospiti di Onna e Poggio Picenze.

18/06/2009 15.00