Bianca Guaccero per la Stagione di Prosa a Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3864


TERAMO. Primo appuntamento del nuovo anno con la Stagione di Prosa organizzata dalla Società della Musica e del Teatro "Primo Riccitelli".
Lunedì 19 gennaio alle ore 21 e martedì 20 in pomeridiana alle ore 17 e serale alle ore 21 al Teatro Comunale di Teramo in scena Bianca Guaccero con lo spettacolo Poveri ma belli con la regia di Massimo Ranieri.
Con Poveri Ma Belli, Il Sistina presenta un grande spettacolo musicale nella tradizione di quelli targati "Garinei e Giovannini". Poveri Ma Belli è stato un film di grande successo degli anni 50/60, diretto da Dino Risi, interpretato da un gruppo di attori allora di moda e prodotto dalla Titanus di Goffredo Lombardo. Lo spettacolo ha incuriosito e interessato il mondo teatrale italiano tant'è che è già richiesto in tutta Italia ed ha in programma una lunga tournèe che partirà proprio dal Teatro Sistina..
Nel ruolo della protagonista Bianca Guaccero. Il resto del cast è attualmente in via di definizione.
Dice Massimo Ranieri, il regista: "Portare in scena, in commedia musicale, il film Poveri Ma Belli, grande commedia dedicata a Roma, è impresa abbastanza ardua. Soprattutto per chi, come me, si accinge a doverlo dirigere seduto nella platea di quello che è il teatro più famoso in Italia (e, forse, in Europa) proprio per questo genere di spettacolo. L'intento è quello di proporre al pubblico una storia fatta di sentimenti puri, veri, genuini non contaminati e mistificati come sono ai nostri giorni.
Uno spettacolo fatto di attori, di musica, di balletti, di scenografie e di costumi. Tutte facce della stessa medaglia e tutte importanti allo stesso modo".
In breve la storia. In uno dei più antichi rioni di Roma vivono due giovani bulli, Romolo e Salvatore. Romolo fa il bagnino in uno stabilimento balneare sul Tevere e Salvatore è commesso in un negozio di dischi. I due sono amici intimi ed anche le loro famiglie sono tra loro legate. Non lontano dalla loro casa apre bottega un sarto che ha una bella figliola, Giovanna. I due giovani si mettono a fare la corte alla ragazza. Giovanna è in dubbio e non sa decidersi. Alla fine si promette a Salvatore, ma quando Romolo finge di uccidersi per il dispiacere, le cose tornano al punto di prima. E così continuerebbero se Giovanna non incontrasse un precedente fidanzato, del quale è ancora innamorata. Rimasti soli i due ragazzi si accorgono dell'amore provato nei loro confronti dalla sorella dell'amico. Così alla fine Salvatore s'innamorerà della sorella di Romolo e Romolo di quella di Salvatore.

19/01/2009 9.15