Il Pianeta Maldicenza: arriva Antonio Caprarica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2985



L'AQUILA. Dopo aver passato in rassegna vizi e virtù degli Inglesi (“Dio ci salvi dagli inglesi… o no!?) e dei Francesi (“Com'è dolce Parigi… o no!?), Antonio Caprarica ha analizzato a 360° le caratteristiche degli italiani nell'ultimo libro, “Gli italiani la sanno lunga… o no!?” – Chi siamo e perché parliamo tanto male di noi”, edito da Sperling & Kupfer Editori-Rai Eri.
Il direttore di Rai Radio Uno e dei giornali radio della Rai, nonché ex corrispondente da Mosca, Londra e Parigi, presenterà questo suo lavoro all'Aquila, nella sala delle conferenze della Carispaq, venerdì 16 gennaio, alle 18.
Oltre ai rappresentanti della Carispaq e al presidente dell'associazione culturale “I Devoti di Sant'Agnese”, Tommaso Ceddia, interverrà anche il sindaco, Massimo Cialente. Modererà l'incontro, Walter Capezzali.
Un appuntamento che consolida il legame fra la città e uno dei più noti giornalisti italiani, che già nel capoluogo d'Abruzzo ha presentato gli altri due lavori di questa particolare trilogia. Prima dell'iniziativa alla Carispaq, alle ore 17, in Comune, Caprarica sarà a colloquio con il sindaco Massimo Cialente e alle 17.15 incontrerà i giornalisti.
Con la presentazione del libro di Caprarica, si alzerà il sipario sulla sesta edizione di “Il Pianeta Maldicenza”, che si propone di promuovere la tradizione aquilana di Sant'Agnese non come basso pettegolezzo, ma come sano antagonismo.
Dopo l'iniziativa di dopodomani, è prevista la due giorni al teatro comunale. Sabato 17 gennaio, alle 18, la compagnia teatrale “La Bottega dei Guitti” metterà in scena “La cena dei cretini”, brillante commedia in tre atti di Francis Veber, per la regia di Marisa Mastracci e Sergio Marziani.
Domenica 18 gennaio, a partire dalle 16, gli attori della Bottega dei Guitti metteranno in scena anche i sedici lavori selezionati per la finale del concorso di arte varia. Quest'anno tali produzioni sono abbinate alle congreghe agnesine. La confraternita vincitrice riceverà il Palio di Sant'Agnese – la novità dell'edizione di quest'anno – e l'autore che sarà classificato al primo posto riceverà l'Agnesino 2009 nel corso della consueta conviviale offerta dal Comune, nel cortile di Palazzo Margherita.

15/01/2009 11.44