A Tagliacozzo la terza edizione del "Trabafest"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2396


TAGLIACOZZO. Con inizio il 22 dicembre tanti i nomi noti, da Cosentino al Canzoniere Grecanico Salentino a Giancarlo Quadrella, per un programma di tutto rilievo
Musica, teatro, reading letterari, installazioni artistiche, animeranno le vacanze natalizie nella Marsica, grazie alla Terza Edizione del Trabafest.
Con l'inaugurazione della mostra il 22 dicembre alle 18 nelle sale museali del Palazzo Ducale di Tagliacozzo, serata allietata dalla musica di Andrea Adinolfi ed a seguire Dj set Superretrò, quest'anno tematica sui materiali di "riutilizzo", l'immondizia, il festival sarà un susseguirsi di spettacoli ad opera di artisti già affermati o non ancora, del panorama abruzzese e nazionale.
Si inizierà il 26 dicembre con "Il Pianoforme", alle 17.15 nel Cinema Vittoria di Tagliacozzo, dedicato a grandi e piccini, uno spettacolo di ombre e luci dell'associazione "Nuovo Elemento", dove un inventore un po' suigeneris, dopo anni di studi, propone finalmente al pubblico la sua singolare invenzione: il Pianoforme.
Alle ore 22.00 sarà invece la volta, sempre presso il Cinema, del concerto pianoforte, voce di Giampaolo Bruno Piccinini, cantautore che non si limita alla descrizione, i personaggi di cui canta ci prestano il loro cuore, ci fa amare e odiare come loro, accompagnato alle percussioni da Giampiero Ciavaglioli.
Il 27 dicembre alle ore 22.00 il Teatro Talia sarà invaso dalle sonorità del mondo popolare salentino intrecciati con temi moderni, con l'esibizione folk/jazz del Canzoniere Grecanico Salentino, uno spettacolo ricco di suggestioni.
Non ha bisogno di presentazioni l'attore Andrea Cosentino che sarà in scena invece il 28 dicembre alle 22 nel Teatro Talia con "Antò Le Momò, avanspettacolo della crudeltà", vortici di gag tempi incalzanti, virtuosismi da avanspettacolo, tragedie improvvise, un crescendo di emozioni contrastanti: il teatro tra Totò e Artaud.
Ancora teatro il 29 dicembre alle 22 nel Palazzo Ducale con il giovane attore Lino Guanciale, nato ad Avezzano, diplomatosi nell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico" ed insignito dalla stessa Accademia del "Premio Gassman" quale miglior allievo degli ultimi dieci anni. In scena con "Prendi un piccolo fatto vero", spettacolo tra teatro, cucina, musica ed i pensieri del poeta Sanguineti, l'attore ripercorre la storia d'Italia dalla liberazione ad oggi. Dopo il successo della passata edizione anche quest'anno una sezione sarà dedicata ai reading, il 30 dicembre dalle ore 18.00 nel Palazzo Ducale Giovanni Iacomini e Vincenzo Giovagnorio, Giuseppe Bisegna, Federico Del Monaco, Patrizio De Luca... interpreteranno al pubblico i propri scritti, sempre il 30 dicembre alle 22 nel Cinema Vittoria la serata sarà dedicata alla visione dei cortometraggi ed audiovisivi di autori vari quali Alessandro Marinelli, Simone Tarcocchi, Linda Parente, Gianluca Leonardi e Haydir Majeed (teatro-corto). Il 2 gennaio sul palcoscenico del Teatro Talia, in un mix tra percussioni ricerca e performance-video, saranno in scena Quadrivium e Giancarlo Quadrella, musicisti che da anni svolgono ricerca sui fenomeni musicali odierni, ubiqui nei generi e nel linguaggio, che si muove, attraversa, oltrepassa i territori di confine. A dare l'arrivederci all'anno prossimo saranno il 3 gennaio alle 22 nel Teatro Talia, Andrea Buoninfante e Franco Pietropaoli con "È uno spettacolo", un imprevedibile quintetto che pone le radici nei generi più svariati per capitombolare nel varietà, contenitore classico dell'intrattenimento, ma questa volta con contenuti veramente sbalorditivi.
Durante il Festival, dal 27 al 29 dicembre verrà inoltre attivato un workshop intensivo gratuito per filmaker, diretto dal regista e montatore Alessandro Marinelli, autore di vari cortometraggi e videoclip e da Emanuele D'Andrea, attore e regista teatrale.

23/12/2008 9.28