"Love & Crash" il viaggio nelle tragedie di Shakespeare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1984

L'AQUILA. Forte del gran successo di pubblico riscosso, la scorsa settimana, dalla prima parte di Love & Crash debutta nel Teatro Comunale di L'Aquila, per la Stagione Teatrale Aquilana, dal 4 al 7 dicembre, la seconda parte del nuovo allestimento del Teatro Stabile d'Abruzzo “Love & Crash, Otello, Macbeth, Riccardo III”, un vero e proprio viaggio nelle tragedie di William Shakespeare elaborato da uno dei maggiori esperti del teatro shakespeariano Masolino D'Amico, con la regia di David Gallarello e con la Compagnia del Teatro Stabile d'Abruzzo .
LOVE&CRASH, amore e disastro, come binomio inscindibile là dove la manifestazione estrema della passione porta inevitabilmente con se il suo contrario: macerazione, logorio, furia, struggimento.
«Riccardo III» ci spiega Federico Fiorenza, direttore del TSA e ideatore del progetto «è il primo dei grandi personaggi a cui Shakespeare conferisce un'esperienza storica completa per poter portare a fine il suo tragico rendiconto con la realtà del mondo. E il rendiconto comincia con la scena che rappresentiamo: l'incontro con Lady Anna, una delle scene più grandi che Shakespeare abbia scritto. Straordinario esempio di corruzione dialettica, di perversa abilità, di istrionismo, di rapporto tra vittima e carnefice, di viaggio nel tenebroso rapporto tra odio e desiderio. Ci sono tutte le notti della storia, tutte le violenze sull'anima e sul corpo degli uomini, tutte le prigioni dell'anima».
Nel Macbeth agisce lo stesso Grande Meccanismo del Riccardo III, con più ferocia e senza veli. Psicologicamente è forse la tragedia più profonda di Shakespeare.
Nel Macbeth la storia è densa di sangue, non metaforico ma come qualcosa di materiale e di fisico, che cola dai corpi, si raggruma sui volti e sulle mani, sui pugnali e sulle spade.
Infine, Otello, storia di matrimonio, tradimento, gelosia. Identità razziale incentrata filosoficamente sulla distinzione tra apparenza e realtà, sullla natura elusiva della verità. Il tema dell'inganno ricorre in tutta la tragedia. Il vero ed il falso si sfidano a duello per avere la meglio sulla scena, e sarà la forza bruta il fattore risolutivo dello scontro.
Giovedì e venerdì gli spettacoli iniziano alle 21, mentre sabato e domenica alle 16.30.

04/12/2008 11.46

AGGIORNAMENTO

Per motivi tecnici indipendenti dalla volontà del Teatro Stabile d'Abruzzo non sarà possibile andare in scena con lo spettacolo LOVE & CRASH questa sera giovedì 4 dicembre.
Pertanto il turno di abbonamento denominato “turno A” sarà spostato a sabato sera alle ore 21,00.
Si svolgeranno con regolarità tutte le altre recite programmate:
venerdì 5 dicembre ore 21,00
sabato 6 dicembre ore 16,30
domenica 7 dicembre ore 16,30
La Direzione del TSA si scusa per il disagio.