Calend'Arte: un calendario per la solidarietà

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3181

Calend'Arte: un calendario per la solidarietà
AVEZZANO. Sette modelle che metteranno a disposizione la loro bellezza e spontaneità ad altrettanti artisti per esaltare l'originalità delle loro opere: questa è l'idea alla base del calendario per la solidarietà alla cui realizzazione si è dato avvio in questi giorni.
«Un interessante connubio tra arte e bellezza con uno scopo sociale ben preciso: questo è l'ambizioso obiettivo che il calendario si prefigge», ha dichiarato il fotografo e talent scout Antonio Oddi, ideatore dell'iniziativa.
A mettere a disposizione le loro creazioni, rappresentative del genio artistico che li contraddistingue, saranno: Alessandra De Michele, Giuseppe Di Cosimo, Francesca Faraone, Patricia Rossetti, Raffaella Simone e Lorena Steinbeisser, persone note ben al di fuori del contesto locale. Le modelle saranno alcune delle ragazze che hanno partecipato alle selezioni per il concorso di Miss Italia organizzate da Gabriele Zarroli: Lucia Bucciarelli, Giulia Capodacqua, Carla D'Addezio, Ambra De Luca, Marina De Michele ed Elena Di Giacomo, con in testa Rachele Cialfi che ben ha figurato nella finale del concorso tenutasi recentemente a Salsomaggiore Terme.
Ad aiutare Antonio Oddi nel mettere in posa le modelle e nel comporre il set fotografico vi saranno rispettivamente Corrado Oddi, attore teatrale ed esperto d'immagine, e Fabio Catarinacci, altro esperto fotografo.
Le offerte che verranno raccolte grazie alla distribuzione dei calendari saranno messe a disposizione di un progetto organizzato da Nasi Rossi e Cooperativa Fantacadabra.
Si tratta di un'attività gratuita di doposcuola, rivolta ai bambini dai sei ai 12 anni, che prevede non solo l'aiuto nello svolgimento dei compiti ma anche percorsi didattici mirati e laboratori artistici.
Il progetto già gode del patrocinio e del sostegno da parte del Settore dei Servizi Sociali del Comune.
«Il servizio si propone di aiutare quelle famiglie che, per le ragioni più diverse, hanno difficoltà a seguire i propri figli in quel percorso didattico ed educativo che forma le basi per tutti gli studi successivi, ma l'azione si rivelerà altresì efficace anche in termini di prevenzione contro la dispersione scolastica», ha concluso Serena Ferraro, assistente Sociale e responsabile della sede operativa di Avezzano della Cooperativa Fantacadabra.
04/11/2008 15.09