I Matia Bazar in concerto a Torre de’ Passeri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3907

TORRE DE PASSERI. Trent’anni di carriera alle spalle, milioni di copie vendute nel mondo e una nuova, grande stagione di successi.
Oggi, giovedì 4 settembre alle 21.30, i Matia Bazar si esibiranno in piazza Giovanni XXIII a Torre de' Passeri in uno spettacolare concerto ad ingresso libero, ultimo appuntamento delle feste patronali in onore di Sant'Antonino Martire organizzate da Comune, Pro Loco e Parrocchia.
La band composta da Roberta Faccani (in formazione dal 2005), Piero Cassano, Giancarlo Golzi e Fabio Perversi porterà a Torre de' Passeri il proprio vastissimo repertorio, che incontra i gusti di più generazioni, ma renderà anche omaggio a molti gruppi italiani, di oggi e di ieri, proponendo i brani del recente lavoro “One1 two2 three3 four4”.
Il doppio disco è infatti una raccolta di grandi successi italiani a partire dagli anni Sessanta fino ad arrivare ai giorni nostri da “Ho in mente te” degli Equipe 84, “Una ragazza in due” dei Giganti, “Impressioni di settembre” della PFM, ma anche canzoni più recenti come “Mentre tutto scorre” dei Negramaro, e “Svegliarsi la mattina” degli Zero Assoluto, e ci sono anche brani dei Ribelli, delle Orme, dei Camaleonti, dei Litfiba, delle Vibrazioni, dei Subsonica e molti altri ancora.
Naturalmente i Matia Bazar, nati artisticamente a Genova nel 1975 dall'incontro di Piero Cassano, Aldo Stellita, Carlo Marrale e Giancarlo Golzi con Antonella Ruggiero, allora cantante solista, eseguiranno anche molti pezzi del loro vasto repertorio: un susseguirsi di successi da "Stasera che sera", "Cavallo bianco", "Solo tu", "Brivido caldo", "Ti sento", "Vacanze romane", "Messaggio d'amore" e tanti altri fino ad arrivare a "Grido d'amore", brano che ha consentito ai Matia Bazar di essere ancora una volta tra i protagonisti del Festival di Sanremo.
In tutto sono due ore di concerto capaci di condensare emozioni, sonorità, ritmo e spettacolo che hanno caratterizzato trent'anni di musica italiana.

04/09/2008 10.11