A L’Aquila torna a cantare Antonella Ruggiero

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3280

L’AQUILA. Torna a L’Aquila la voce straordinaria di Antonella Ruggiero, per un repertorio che a distanza di decenni continua ad essere cantato in Italia e nel Mondo: “Canzoni italiane tra le due guerre – Souvenir d’Italie”, contenuto nell’ultima sua uscita discografica (2007).

L'AQUILA. Torna a L'Aquila la voce straordinaria di Antonella Ruggiero, per un repertorio che a distanza di decenni continua ad essere cantato in Italia e nel Mondo: “Canzoni italiane tra le due guerre – Souvenir d'Italie”, contenuto nell'ultima sua uscita discografica (2007).Antonella Ruggiero si esibisce al Teatro Comunale, nell'ambito del cartellone concertistico della Società Aquilana dei Concerti “B.Barattelli”, domenica 11 maggio con inizio alle ore 21.
Sul palco con lei quattro eccellenti musicisti provenienti da percorsi classici e jazzistici: l'abruzzese Paolo Di Sabatino al pianoforte, Renzo Ruggieri alla fisarmonica, Massimo Moriconi al contrabbasso e Massimo Manzi alla batteria.
Un viaggio nella memoria di un'Italia lontana, nei ricordi personali dell'artista, nella bellezza melodica della canzone italiana, unica al mondo e inconfondibile: Parlami d'amore Mariù, nota per l'interpretazione di de De Sica nel film del 1932, "Gli uomini che mascalzoni”, Ma l'amore no, Non ti scordar di me, sono solo alcuni dei brani scelti per questo nuovo spettacolo di Antonella Ruggiero, interpretate secondo il suo personalissimo stile che non si limita ad una semplice rilettura di brani, che ormai sono patrimonio di tutti noi, ma li re-interpreta con gusto ed ironia, facendoci stupire per la sorprendente attualità che ancora sanno trasmettere.
Il nome di Antonella Ruggiero, una delle voci più versatili del panorama italiano, ha raccontato e seguito in parallelo l'evoluzione e la traiettoria dei costumi e del gusto del grande pubblico. Prima con il gruppo dei Matia Bazar e successivamente con una carriera da solista tanto variegata quanto di successo, ha saputo toccare campi e punti virtualmente molto distanti tra loro, grazie alla sua abilità di interprete, intrecciata ad una naturale curiosità, al desiderio di spaziare oltre i confini delle formule e dei linguaggi tradizionali. Dal palco del Festival di San Remo cui ha partecipato anche lo scorso anno, alle esperienze americane, dai tour all'estero (solo nel 2006 Marrocco, Russia e Hong Kong) alle esibizioni di carattere spirituale nei teatri e nelle chiese più suggestive d'Italia, dal repertorio Klezmer ai classici di Broadway: una carriera entusiasmante che fa di Antonella Ruggiero una delle artiste più rappresentative del nostro paese.
10/05/2008 11.48