Nuovo disco per Giò Di Tonno

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4812

Nuovo disco per Giò Di Tonno
PESCARA. Uscirà alla fine di aprile il nuovo album di Giò Di Tonno, vincitore dell'ultimo Sanremo. Giò stava registrando questo cd già prima di essere ammesso al Festival: “Si chiamerà Santa Fè”, aveva annunciato lui in tempi non sospetti.
Non sarà però, come alcuni hanno pensato, un omaggio alla sua partner artistica Lola Ponce, argentina di Capitan Bermudez, bensì, più genuinamente, «un tributo al quartiere pescarese di Santa Filomena, che mi ha dato i natali e al quale sono ancora molto legato - ha spiegato Giò - Le canzoni saranno firmate da me insieme ad Alessandro Di Zio, con il quale collaboro da sempre».
Intanto il cantante è tornato al musical: "Jekyll e Hyde", prodotto dal TSA, è stato in scena presso il Teatro Ciakwebank.it di Milano fino al 30 marzo, e ora continuerà a girare l'Italia.
Sulla sua doppia veste (interprete di musical e cantautore), Di Tonno ha dichiarato: «In passato, quando mi proponevo ai discografici, mi veniva detto: 'No, grazie, tu fai musical'. Secondo me il musical e il cantautorato non sono incompatibili tra loro, e io credo che un artista possa portare avanti entrambe le cose senza per questo perdere la sua credibilità».
A Sanremo spesso i cantanti in gara mettono in atto piccole scaramanzie prima di esibirsi.
E Giò Di Tonno?
«Io, prima di salire sul palco, mi slaccio e mi riallaccio una scarpa. È un gesto portafortuna che ho sempre fatto, anche durante le repliche di Notre Dame de Paris».
A giudicare da come si è conclusa la sua avventura festivaliera, si direbbe che gli abbia proprio portato bene.
Di Tonno ha anche mostrato grande autoironia durante il Dopofestival, scherzando deliziosamente con Elio sul suo cognome e sulla sua provenienza da Pescara:«Per quanto amo il mare, volevo che il pezzo si chiamasse ‘Polpo di fulmine'», ha detto. La canzone porta la firma di Gianna Nannini: qual è stata la reazione della rocker senese dopo aver ascoltato la prima interpretazione del pezzo a Sanremo da parte dei due vocalist?
«L'abbiamo chiamata per ringraziarla, e invece era lei che continuava a ringraziare noi – afferma Di Tonno – Gianna era contentissima, entusiasta».
Effettivamente, la canzone, già molto “nanniniana” nello stile, acquista un quid in più con l'egregia interpretazione di Di Tonno e della Ponce.
I complimenti a Giò e Lola, tuttavia, sono arrivati anche dal loro “scopritore” Riccardo Cocciante.
Un mega concerto in piazza a Pescara potrebbe tenersi tra maggio e giugno, in occasione dell'apertura del tour estivo di Giò Di Tonno.

Massimo Giuliano 10/04/2008 8.52