Oscar. Il maestro Ferretti trionfa e L'Aquila esulta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2684

L'AQUILA. Dante Ferretti e sua moglie Francesca Lo Schiavo si sono aggiudicati questa notte l'Oscar per la scenografia per il film Sweeney Todd.
La coppia italiana si è confermata così nuovamente vincente dopo il primo oscar ricevuto per il film The Avietor.
Grande soddisfazione per l'Accademia dell'Immagine dell'Aquila alla notizia del trionfo del maestro Ferretti e della sua compagna di vita e di set per il film di Tim Burton.
Lo scenografo, visiting professor all'Accademia dell'Immagine, è anche il protagonista del volume che nel 2005 la stessa Accademia aquilana ha pubblicato, in collaborazione con l'Electa Mondadori, dal titolo "Ferretti - L'arte della scenografia".
Ferretti, 64 anni, originario di Macerata ha iniziato la sua carriera cinematografica come assistente nel film "Il Vangelo secondo Matteo" (1964) di Pier Paolo Pasolini. Nella sua carriera ha collaborato con tanti registi italiani, tra i quali Elio Petri, Marco Bellocchio, Liliana Cavani, Luigi Comencini, e Federico Fellini (in "Prova d'orchestra" (1979), "La città delle donne" (1980), "E la nave va" (1983), "Ginger e Fred" (1986) e "La voce della luna" (1990)).
A Hollywood debutta con Martin Scorsese e per il film "Gangs of New York" ha ricostruito la New York di fine '800 nei teatri di posa di Cinecittà). Un primo scar lo ottiene con "The Aviator".
Nel 2004 partecipa ad un'altra grande produzione americana, "Ritorno a Cold Mountain", di Anthony Minghella.
Un altro italiano ha brillato nella sera degli Oscar, si tratta del pisano Dario Marianelli che si è aggiudicato il premio per la migliore colonna sonora originale per 'Espiazione'. Nessun riconoscimento invece per il torinese Andrea Jublin in concorso per il migliore cortometraggio con 'Il supplente'.

GLI ALTRI VINCITORI

Hanno fatto il pieno di statuette i fratelli Joel e Ethan Coen stanotte con un Oscar per la regia e uno come migliore film per il loro nuovo lungometraggio "Non è un paese per vecchi".
I fratelli, che si sono guadagnati una terza statuetta per la miglior sceneggiatura non originale, sono la seconda coppia di autori a guadagnare congiuntamente un premio dell'Academy Award per la miglior regia, dopo che Robert Wise e Jerome Robbins furono premiati nel 1961 per il musical "West Side Story".
Il film ha meritato anche un quarto premio, assegnato a Javier Bardem come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione della parte di un killer nel thriller crepuscolare tratto da un libro di Cormac McCarty.

Miglior film: "Non e' un paese per vecchi", "No country for Old Men" (Miramax and Paramount Vantage).
Migliore regia: Joel Coen ed Ethan Coen (Non e' un paese per vecchi)
Miglior attore protagonista: Daniel Day-Lewis (Il petroliere)
Miglior attore non protagonista: Javier Bardem (Non e' un paese per vecchi)
Miglior attrice protagonista: Marion Cotillard (La Vie en Rose).
Miglior attrice non protagonista: Tilda Swinton (Michael Clayton).
Migliore sceneggiatura adattata: Joel Coen e Ethan Coen (Non e' un paese per vecchi)
Migliore sceneggiatura originale: Diablo Cody (Juno).
Miglior film d'animazione: "Ratatouille" (Disney).
Migliore scenografia: Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo (Sweeney Todd, il diabolico barbiere di Fleet Street).
Migliore fotografia: Robert Elswit (Il petroliere).
Migliori costumi: Alexandra Byrne (Elizabeth: The Golden Age).
Miglior documentario: "Taxi to the Dark Side".
Miglior corto documentaristico: "Freeheld".
Miglior montaggio: Christopher Rouse (The Bourne Ultimatum)
Miglior make-up: Didier Lavergne e Jan Archibald (La Vie en Rose).
Migliore colonna sonora: Dario Marianelli (Espiazione).
Migliore canzone: "Falling Slowly" dal film "Once".
Miglior corto d'animazione: "Peter & the Wolf".
Miglior cortometraggio: "Le Mozart des Pickpockets".
Miglior sonoro: Karen Baker Landers e Per Hallberg (Il ritorno dello sciacallo).
Migliori effetti sonori: Scott Millan, David Parker e Kirk Francis (Il ritorno dello sciacallo).
Migliori effetti speciali: Michael Fink, Bill Westenhofer, Ben Morris e Trevor Wood (La bussola d'oro).

25/02/2008 11.06