"Una ballata bianca" da Rotterdam a Gessopalena

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3871

LANCIANO. “Una ballata bianca”, primo lungometraggio del regista lancianese Stefano Odoardi, nel suo viaggio cinematografico di parole e immagini sull’isolamento, sulla decadenza e sull’amore oggi torna, dopo aver visitato numerose nazioni, a Gessopalena.
Giovedì 27 dicembre alle 17 presso il teatro comunale di Gessopalena saranno presenti attori e protagonisti della pellicola, non solo per la proiezione di “Una ballata bianca”, ma anche per dibattere sul ruolo fondamentale che può assumere il cinema, prediligendo quale scenografia naturale i suggestivi luoghi dell'Abruzzo, per incrementare il turismo e di conseguenza l'economia. Nel borgo medievale del centro pedemontano sono state girate, tra giugno e ottobre 2005, molte delle scene del film.
Interverranno: il regista Stefano Odoardi, il Maestro Carlo Crivelli, autore della colonna sonora, Renata De Giorgis, dell' Abruzzo Film Commission, Nicola e Carmela Lanci, attori protagonisti e Stefano Salomone, assessore alla Cultura e alla Promozione Turistica di Gessopalena.
Il film, presentato in prima mondiale nella selezione ufficiale del festival del cinema di Rotterdam, ha ottenuto un riconoscimento importante a San Francisco dove si è guadagnato il premio come miglior film al Tiburon Film Festival 2007.
Questa la trama: in un appartamento, la vita di una coppia di anziani, marito e moglie, si svolge come un vecchio giradischi: lenta e meccanica. La donna non può vivere a lungo. Soffre di una malattia mortale. Evitano di parlarne. Sono silenziosi. Lo sono sempre stati ma ora lo sono ancora di più. Le parole non possono più esprimere significati. La presenza della morte rende importante e definitiva ogni minima interazione tra la coppia d'anziani.
Nel ruolo di protagonisti, per la prima volta sullo schermo, una coppia di 80 anni, Carmela e Nicola Lanci e la giovane attrice italiana Simona Senzacqua. Al cast si aggiunge la presenza dei due bambini Cristina e Andrea. La fotografia è dell' ungherese Tarek e il light design è dell'olandese Victor Nieuwenhuijs. La musica è dell'acclamato compositore italiano Carlo Crivelli che ha collaborato con registi come Marco Bellocchio, i fratelli Taviani e Yuan Zhang. Le voci fuori campo sono di Sergio Fiorentini, che ha prestato la sua voce anche al film Nostagia di Tarkovsky e di Gordana Miletic che ha partecipato ai film di Giuseppe de Santis, Ettore Scola. La sceneggiatura del film è stata finanziata dal fondo olandese per il cinema ed è ispirata all'omonimo testo dello scrittore olandese Kees Roorda.
Il film è stato prodotto da Blue Door per l'Italia in co-produzione con Moskito Film, O Film, Image Grabbing e De Productie per l'Olanda; è stato presentato ad Ottobre 2006 durante la 1a Festa del Cinema di Roma nella sezione Business Street (per distributori e produttori) e ha avuto la sua prima mondiale il 30 Gennaio 2007 nella selezione ufficiale del 36th Festival del Cinema di Rotterdam, il film è stato anche presentato al 6 Tiburon International Film Festival 2007 dove ha ottenuto la golden reel come miglior film (San Francisco, Usa). Ha inoltre partecipato a: 8th Jeonju International Film Festival 2007, Corea (Selezione Ufficiale in concorso), 10 Shanghai International Film Festival, Cina (Selezione Ufficiale Panorama), 5 Brussel European Film Festival 2007, Belgio (Selezione Ufficiale Revelation), 36 Premio Internazionale Flaiano 2007, Pescara, Italia (Selezione Ufficiale in concorso), 6 Wroclaw New Era Horizon Film Festival 2007, Polonia (Selezione Ufficiale), Film and Art Festival TWO RIVERSIDES” 2007, Polonia (Selezione Ufficiale: Under the World tent: Films for the Connoisseur). A Gennaio 2008 “volerà” alla volta dell'India per partecipare a tre rassegne cinematografiche.
Stefano Odoardi attualmente sta lavorando al lungometraggio ‘Novembre' (la scrittura è finanziata dal Dutch Film Fund) e sta preparando le riprese del lungometraggio ‘Mancanza'.
27/12/2007 11.05