Domani i vincitori del 14° festival del cortometraggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3186

PESCARA. Domani 7 dicembre si conclude il 14° Festival Internazionale del Cortometraggio Scrittura e Immagine-Concorso Monique Barberini con la cerimonia di premiazione alle ore 20,30.
Le scelte della giuria presieduta da Angelo Moscariello sono cadute su: per la sezione scrittura e immagine lo spagnolo Haritz Zubillaga per il corto “Las horas muertas” dove un misterioso cecchino invisibile che spara immotivatamente su alcuni ragazzi che hanno parcheggiato il camper sul ciglio della strada…; per la sezione documentrari il premio va a Cesar Meneghetti e Elisabetta Pandimiglio per “Taccone. Fuga in salita” in cui gli autori ripercorrono la vita di Vito Taccone, noto campione italiano di ciclismo, svelando con dolorosa rabbia le pieghe nascoste del più popolare sport italiano degli anni '60. Intervistato dagli autori poco prima della morte avvenuta qualche mese fa, Taccone ha rivelato lati nascosti della propria personalità, denunciando ingiustizie, scorrettezze e slealtà di questo sport.
Per la sezione cortoscuola il premio è stato assegnato al corto “Bravo Giannattasio” realizzato dal Liceo Polispecialistico Gandhi di Casoria-Napoli: un nuovo alunno, Giannattasio, diventa il “soggetto” della situazione, subendo angherie e soprusi. La sua bonarietà fa venire a galla tutte le piccole illegalità che si commettono all'interno dell'edificio scolastico. Tra gag e comicità ci sarà un colpo di scena finale.
La giuria ha inoltre assegnato menzioni speciali all'Istituto Magistrale Statale ‘G. Marconi' di Pescara per “Il doppio volto”, al pescarese Emidio Di Ciccio per il documentario “La città della pioggia”, a Francesca Lignola e Stefano Rebechi per il documentario “Sotto il cielo di Ahmedabad” e infine a Fabrizio Bancale per il corto “Prima che il gallo canti” per la sezione Scrittura e Immagine.
Alla cerimonia di premiazione interverranno la vedova di Vito Taccone, Fausta, ed il figlio Cristiano.
Prima della cerimonia a partire dalle ore 18,30 saranno proiettati i cortometraggi che hanno ricevuto la menzione e, fuori concorso “Girando Palermo” documentario di Paola Sangiovanni con il backstage del recente film di Andrea Porporati “Il dolce e l'amaro” interpretato, tra gli altri, da Luigi Lo Cascio.
Dopo la cerimonia di consegna fissata per le ore 20,30 saranno proiettati i tre cortometraggi vincitori: per Scrittura e Immagine “Las horas muertas”, per i documentari “Taccone. Fuga in salita”, per cortoscuola “Bravo Giannattasio”.

06/12/2007 11.23