Con Antonio Rezza parte il XXV Sulmonacinema

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3047

SULMONA. Il festival aprirà le danze oggi lunedì 5 novembre con un esilarante spettacolo teatrale: Pitecus di Flavia Mastrella e Antonio Rezza.
Dopo essere stati al Sulmonacinema nelle vesti di Presidenti di Giuria, la coppia torna per festeggiare il venticinquennale con la messa in scena di un lavoro che racconta l'uomo e le sue perversioni. Lo spettacolo è in programma al Teatro Comunale “Maria Caniglia”, alle ore 22,00, l'ingresso è gratuito.
Oltre a Pitecus, in anteprima mondiale martedì 6 novembre si vedrà Fotofinish3, ultima fatica cinematografica firmata Rezza e Mastrella.
La giornata di lunedì è ricca di appuntamenti a cominciare dalla mattina, infatti per le ore 12,00 l'invito è al Caffè - Foyer del Teatro per ascoltare una delle ultime registrazioni audio di Alberto Grifi, regista recentemente scomparso e che Sulmonacinema ricorderà anche con la proiezione di “In viaggio con Patrizia” alle ore 16,30 nella sezione ‘Decalogo'al cinema Pacifico.
Alle ore 15,00, in sala è in programma Hollywood o morte del regista Frank Tashlin, uno tra i più bei film con Jerry Lewis, in questa pellicola con Dean Martin e Anita Ekberg.
Alle ore 17,30, un bel documentario girato al festival di Pesaro che racconta la nuova generazione di cineasti italiani, la maggior parte dei quali ha presentato i primi lavori proprio al Festival di Sulmona: Gli Invisibili di Christian Carmosino, Enrico Carocci, Pierpaolo De Sanctis, Francesco Del Grosso.
Alle ore 18,30 un fuori programma che vuole essere un omaggio a un grande personaggio del ciclismo italiano: “il camoscio d'Abruzzo”, Vito Taccone, recentemente scomparso. Taccone - Fuga in salita di Cesar Augusto Meneghetti e Elisabetta Pandimiglio è un documentario che ripercorre la vita del noto campione italiano, le sue fughe in salita, svelandoci le pieghe nascoste del più popolare sport italiano degli anni Sessanta.
In sala sarà presente l'intera giuria chiamata quest'anno a premiare le opere prime e seconde in concorso nella sezione concorso lungometraggi dei registi italiani. Il termine ormai entrato in uso nel Festival, sta ad indicare, oltre ai registi italiani, anche gli stranieri che lavorano in Italia e gli italiani che lavorano all'estero. Alle ore 19,30 il primo film dedicato a uno dei presidenti della giuria (Saverio Costanzo e Luca Guadagnino) della XXV edizione. In memoria di me di Saverio Costanzo, un grande successo del 2007, unico film italiano in concorso al festival di Berlino, girato interamente in un convento gesuita, è la storia di Andrea, un uomo ricco e vincente che non si accontenta della sua esistenza materiale, andando alla ricerca di risposte che solo la meditazione e il ritiro spirituale possono soddisfare.
Per l'omaggio all'altro presidente Luca Guadagnino, un cambiamento: Part Duex non verrà proieettato come previsto lunedì 6 novembre, ma nell'arco della settimana.

05/11/2007 8.36