Metti una sera d'arte al Mattatoio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2082

PESCARA.Quest'anno DocuPe trae spunto dal luogo che lo ospita, l'Ex Mattatoio di Pescara che dopo una lunga serie di incontri attraverso tutta l'estate, giunge al cinema indipendente ai margini della classica programmazione di sala e televisiva.
Il film che aprirà la nostra prima serata ospita un documentario contemporaneo: il lavoro di Errol Morris, "Fast, cheap and out of control". Documentarista tra i più critici e spiazzanti dell'America di oggi, acuto lettore e indagatore della realtà contemporanea, che con questo film narra di quattro diversi modi di domare la Natura: un domatore di leoni, un uomo che progetta robot, un giardiniere che pota le piante dando loro forma di animali e un esperto della vita sociale dei topi… La serata presenterà inoltre una mostra di fotografie di Bruno Marini sul Mattatoio pescarese negli anni '70.
Con la serata del 28 settembre (dalle 21) ci si lega al mondo che ospita l'iniziativa, il Mattatoio, vivo e cruento nelle immagini dell'opera di Georges Franju, che nel 1948 realizza questo documentario breve "Le sang de bêtes", dove la violenza delle immagini si accosta ad una fotografia in bianco e nero, dandoci prova di come il cinema è sia lo strumento del realismo che del lirismo. Di questo autore controverso parleremo con il critico cinematografico Andrea Martini, curatore del volume dedicato a Franju, e della retrospetiva a lui dedicata dal Festival del Nuovo Cinema di Pesaro.
Sempre nella stessa serata proseguiremo con un altro caposaldo della storia del documentario mondiale: "Nanook of the North" di Robert Flaherty, arricchito dal progetto di Ri-Musicazione dal vivo di Prospect (Stefano D'Emilio+ Globster).
Il film di Errol Morris è fornito da Documè - circuito indipendente

27/09/2007 11.17