Cinema. L'ordine della Fenice e l'infanzia perduta di Harry Potter

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1498

CINEMA. L'11 luglio è stata la data italiana dell'uscita del quinto capitolo della saga di Harry Potter, "L'Ordine della Fenice". Il cammino del maghetto più amato dello schermo (e dei libri) si infittisce, tra magia nera, profezie e incubi terribili…
Bambini, e relativi genitori al seguito, sono pronti ad invadere le sale italiane: l' 11 luglio è stata la data tanto attesa dell'uscita italiana del quinto episodio della saga del maghetto cinematografico più amato, "Harry Potter e l'Ordine della Fenice". Seguendo un percorso consolidato sia nella letteratura prima che nel cinema oggi, il giovane eroe, cresciuto insieme agli spettatori nel corso degli anni, abbandona l'infanzia per tuffarsi nell'oscuro mondo adulto di tentazioni, paure, infauste profezie e incubi terribili. Dopo un inizio fiabesco, il giovane Potter aveva fatto i conti ne "Il calice di fuoco" con la magia oscura (ricordate la reincarnazione di
Voldemort?!) e la morte, che aveva colpito lo studente Cedric Diggory.
La guerra fra il bene e il male si ripresenta, puntuale come in ogni saga, anche per le avventure del non-più-infante Harry, con scontri epici tra l'esercito de l'Ordine e quello "potteriano", l'Esercito di Silente, costituito con Ron, Hermione e la "fiamma" di Harry, Cho Chang (il pluripubblicizzato bacio tra i due sarà la punta massima del loro amore sullo schermo). E non mancherà, ovviamente, Voldemort.
Harry Potter e il suo mondo non sono soltanto sogno e fantasia di milioni e milioni di bambini, ma un vero e proprio impero commerciale.
Non ancora smaltita la sbornia da film, per i fan è già tempo di nuove
letture: il 21 luglio i lettori anglofobi di mezzo mondo (in Italia bisognerà aspettare, per la versione nella nostra lingua, almeno fine
anno) troveranno nelle librerie il settimo capitolo cartaceo della saga potteriana, "The Deathly Hallows". Settimo ed ultimo: tra smentite e falsi scoop (più volte sul sito dell'autrice, la Bowling, si è letto della morte di personaggi principali, con le successive
smentite) l'unica certezza è che il maghetto appenderà la bacchetta al chiodo dopo questo settimo tomo. Quest'ultimo capitolo sarà, probabilmente, nelle sale nel 2010, con i personaggi oramai più che maggiorenni e pronti ad nuova vita, lontani dalle scuole di magie: ci sarà un percorso universitario? Ai posteri, l'ardua sentenza.
Ernesto Valerio 13/07/2007 7.10