200 alunni delle elementari di Torre de’ Passeri per un cortometraggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1804

TORRE DE’ PASSERI. Soddisfatti, emozionati e pieni di aspettative; qualcuno ha pensato per un momento di essere come un divo di Hollywood, qualcun altro con modestia ha ringraziato per gli applausi. Erano oltre 200 gli studenti delle 10 classi della scuola primaria dell’Istituto comprensivo “Di Battista” di Torre de’ Passeri, presenti ieri sera nella palestra della scuola di via Dante Alighieri per la prima del film “Due bambini in fuga”, cortometraggio ideato, sceneggiato, recitato e prodotto interamente da loro.
Il filmato della durata di 15 minuti e proposto al pubblico di alunni, genitori e curiosi in due tranche, fino alle 23, è il frutto del progetto “la fabbrica del cinema”, ideato e condotto da Isabella Micati e Alessio Tessitore dell'associazione culturale abruzzese “La galina caminante” in collaborazione con l'Istituto comprensivo e il Comune di Torre de' Passeri.
Ci sono voluti quattro mesi per pensare, sceneggiare e realizzare il film; girato con macchine da presa professionali, luci ed effetti speciali e montato in 38 divertentissime scene.
La storia è stata scelta da un conclave di 20 studenti (costituto da 2 rappresentanti per classe), riunito a studiare i 10 soggetti proposti da ciascuna classe dell'Istituto e solo successivamente si è proceduto alla messa in opera delle numerose fasi di lavorazione del corto a cui tutti gli alunni dai 6 agli 11 anni, divisi per gruppi, hanno preso parte.
La trama è semplice e racconta la storia di due bimbi che nel tentativo di fuggire a Londra si ritrovano proiettati, grazie alla bacchetta magica di una fata sbadata, in un modo bellissimo, fatto di re e regine, feste da ballo e giochi e di moltissimi colori. Così quando il cavaliere mangia colori rapirà la regina e trasformerà il reame in un mondo in bianco e nero, saranno proprio i bimbi reali a liberarla.
La serata, a cui sono intervenuti la dirigente scolastica Carla Zazzara e gli insegnanti (il cui contributo è stato fondamentale per la buona riuscita del progetto), è stata introdotta dall'assessore comunale alla Pubblica Istruzione Oriana Gizzarelli che portando i saluti del sindaco Linari, ha sottolineato come «la didattica del cinema rappresenti da un lato un ottimo strumento per lo sviluppo delle abilità trasversali e per l'approccio del bambino all'apprendimento di diverse discipline e dall'altro un modo per liberare potenzialità cognitive ed espressive latenti, stimolando una partecipazione attiva, creativa e ludica».
Il dvd del cortometraggio sarà presto consegnato alla scuola, mentre è già possibile visitare la mostra dei lavori realizzati dai bambini durante l'attuazione del progetto.

12/06/2007 9.43